Italia-Sudafrica, secondo test match autunnale, sorride alle azzurre che battono le Springboks 35-10. Finisce nel migliore dei modi la serie di sfide della Nazionale di rugby femminile dell’Italia guidata da Andrea Di Giandomenico, che chiude imbattuta il proprio novembre internazionale e con lo scalpo del Sudafrica nel primo test match nella storia delle due Nazionali. Furlan e compagne, dopo il successo per 38-0 sulla Scozia di tre settimane fa, confermano l’ottimo stato di forma oltre al settimo posto nel ranking internazionale femminile, gestendo ottimamente la gara e confermando aggressività in difesa e capacità in attacco già viste a Calvisano contro le scozzesi.

In un clima piovoso e freddo, che ha condizionato la gestione del pallone, attacca subito l’Italia senza però finalizzare e Mpupha rsponde schiacciando sotto i pali dopo una serie di grubber cui segue la facile trasformazione di Nel. Non si fa attendere la reazione italiana, che marca con Stefan dopo un gran lavoro delle avanti in mischia ordinata e con Sillari che si fa perdonare la trasformazione sbagliata con il calcio di punizione dell’8-7. Le italiane insistono, mettono altri tre punti sul tabellone e al 32′ il Sudafrica resta in inferiorità numerica, cartellino giallo a Nel placcaggio alto. La meta di Giordano senza la trasformazione dal piede di Sillari chiude il primo tempo sul 16-7 per le padrone di casa. La seconda frazione inizia con il Sudafrica che accorcia le distanze con il piede di Nel, ma l’Italia attacca a lungo e con decisione, ottenendo alcuni calci di punizione per l’indisciplina avversaria che porta al secondo cartellino giallo per il Sudafrica, comminato a Horne. La seconda marcatura di Stefan e la meta tecnica lancia l’Italia sul 28-10, Arrighetti chiude i giochi per il punteggio finale di 35-10 a cinque giri d’orologio dala fine. Negli ultimissimi minuti attaccano a testa bassa le sudafricane, ma la difesa azzurra tiene.

Il capitano Manuela Furlan, raggiunto dai microfoni dei canali ufficiali della Federazione Italiana Rugby, ha commentato così il successo: “È stata molto dura, una partita fisica ma non ci aspettavamo nient’altro se non una partita di combattimento, loro fino all’ultimo hanno dimostrato di voler rendere onore al loro paese, essendo reduci da due anni d’inattività a livello internazionale, s’è visto che hanno messo il cuore in campo ma alla fine è emersa la nostra determinazione nel non concedere altri punti”.

Le Azzurre torneranno in campo il 1 febbraio, in trasferta contro la Scozia, nella prima giornata del Women’s Six Nations.

Italia-Sudafrica, secondo test match autunnale, 35-10 (16–7)

Marcatori: p.t. 5′ mt Mpupha tr. Nel (0-7); 8′ mt Stefan (5-7), 15′ cp Sillari (8-7); 22′ cp Sillari (11-7); 40′ mt Giordano (16-7); 47′ cp Nel (16-10), 57′ mt Stefan (21-10), 65′ meta tecnica Italia (28-10), 74′ Arrighetti tr. Sillari (35-10)

Italia: Furlan (C), Muzzo, Sillari, Busato (70′ Cavina), Stefan, Madia (75′ Gizzi), Barattin (76′ Sarasso), Giordano, Franco (70′ Sberna), Arrighetti, Duca, Fedrighi (75′ Pagani), Gai (72′ Tounesi), Bettoni (49′ Turani), Giacomoli (72′ Merlo). All. Di Giandomenico.

Sudafrica: Maqholo, Goda, Mpupha, Nel, Horne (76′ Shozi), Conrad, Kinsey (77′ Plaatjie), Hele, Mcatshulwa, Dumke, Booi (C), Strydom (68′ Dludla), Moremi ( 52′ Macingwane), Gwala (76′ Geswind), Latsha.

Arbitro: Groizeleau (Francia)
Cartellini: 32′ Nel (RSA), 55′ Horne (RSA)
Calciatori: Nel (RSA) 2/2; Sillari (ITA) 3/6
Woman of the Match: Duca (ITA)

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!