Salute & Fitness

Sei una “skinny fat”? Scoprilo!

Il termine skinny fat è un termine provocatorio composto delle parole “magro” e “grasso”, cioè identifica quella persona che in realtà ha un peso assolutamente nella norma eppure svestito appare abbastanza morbido, floscio e poco tonico.
Questa tipologia di fisico è evidente soprattutto tra le clienti femminili ma anche, in alcuni casi più rari, tra gli uomini.
Se hai un peso corretto ma non hai una linea invidiabile, esteticamente non ti piaci, noti tanti punti che oggettivamente sono da migliorare, soprattutto quando sei in intimo o in costume, probabilmente sei una skinny fat. È incredibile come la maggior parte delle ragazze che non si allenano e vogliono migliorare alcuni distretti corporei abbiano proprio questo tipo di fisico, sono le classiche ragazze magre che vestite stanno molto bene ma che hanno punti di ritenzione idrica e di grasso sottocutaneo importante, molli insomma.

Arrivano flosce, denutrite (perché mangiano pochissimo per dimagrire), fuori allenamento e quasi sempre il primo desiderio é: devo dimagrire! Dai che ti sei riconosciuta! ?

Premettendo che, se c’è una buona base muscolare, prima di costruirne altra arricchendo l’alimentazione é meglio raggiungere una percentuale di massa grassa corretta, devo dire che in questi casi, non essendoci la base muscolare, la strada giusta é un’altra.
C’è bisogno di cambiare il proprio focus, il proprio obiettivo a breve termine per un obiettivo diverso a lungo termine, il dimagrimento. ?

Le strategie infatti per il dimagrimento possono essere semplificate in due sole:
1️⃣ imposto l’allenamento e un’alimentazione ipocalorica e comincio a dimagrire in maniera più o meno lineare, gradualmente e va tutto bene…
2️⃣ oppure, come spesso accade, il dimagrimento non incomincia o si ferma quasi subito , spesso succede proprio perché la persona ha già provato autonomamente a limitare la propria alimentazione pensando di dimagrire mangiando meno e invece ha catabolizzato massa muscolare.

Ci sono momenti in cui, per tutta una serie di modifiche ormonali, il nostro corpo dice basta e rallenta il suo metabolismo, in questi casi (ripeto molto più frequenti) è utile fare un processo inverso, bisogna prendersi molto tempo e pazienza, anche mesi, e ricostruire il proprio metabolismo alzando le calorie in maniera molto graduale, in modo da preparare la nostra macchina corpo a “bruciare” e a portarci a dimagrire bene, grazie ai livelli ormonali ottimali. Bene significa mantenendo possibilmente la massa muscolare che é quella che ci dà tono e ci fa apparire in forma.

Tra l’altro una donna, rispetto ad un uomo, ha “spazi di manovra” molto più ridotti, per molti aspetti è più sfortunata, per esempio un certo deficit calorico che può sostenere tranquillamente un uomo diventa eccessivo per una donna, 500 kcal di deficit calorico in un uomo potrebbero innescare il dimagrimento, in una donna potrebbero essere troppe e rallentare il metabolismo.
Bastano piccole modifiche a creare grossi cambiamenti in negativo e piccoli in positivo, ma questo è un argomento diverso…