La nuova stagione del tennis sembra voler portare aria di cambiamenti. Il principale riguarda le giocatrici che hanno scelto di cambiare, proprio per il 2019, la guida tecnica. Ultima, in ordine cronologico, Sloane Stephens. Tra l’americana e il suo coach, Kamau Murray, infatti c’è aria di rottura. Prima della Stephens era stato il turno di Angelique Kerber, della numero 1 del mondo Simona Halep che addirittura ha scelto di non sostituire Darren Cahill e presentarsi senza allenatore e, poi, anche quello di Venus Williams che ha chiuso la collaborazione con David Witt dopo 11 anni trascorsi insieme sui campi.

Ancora non si sa se la rottura tra Sloane Stephens e Murray sia definitiva, quello che è certo è che, come riporta il The New York Times, il coach non accompagnerà la tennista di Plantation agli Australian Open anche se, per il momento, lui resta comunque a far parte dello staff delle 25enne. Nei tre anni di collaborazione la Stephens ha vinto il torneo di casa, gli “US Open” nel 2017 e si è portata stabilmente nella parte alta della classifica WTA chiudendo questa stagione al sesto posto.

NEW YORK, NY – SEPTEMBER 09: Sloane Stephens celebrates defeating Madison Keys in the 2017 US Open at the USTA Billie Jean King National Tennis Center on September 9, 2017 (Photo by Elsa/Getty Images)

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!