Sport Vari

Tennis Tavolo / Hungarian Cadet Open: i risultati delle italiane

Olimpiadi giovanili: Laurenti agli ottavi, ma che sorteggio...
ittf.com

A Szombathely, sede dell’Hungarian Junior & Cadet Open di Tennis Tavolo si sono disputate le prime sfide. Tra le 147 pongiste in gara, l’Italia è rappresentata da Arianna Barani, Jamila Laurenti, Gaia Monfardini, Martina Nino e Valentina Roncalli. Insieme a loro i colleghi maschi Andrea Puppo e Carlo Rossi. La spedizione azzurra è guidata dalla coppia di allenatori formata da Giuseppe Del Rosso e Lorenzo Nannoni.

Esordio non felice per la Barani, pongista della Ansi Tennistavolo Cortemaggiore, che nel Gruppo 1 cede alla padrona di casa Fanni Harasztovich con il punteggio di 3-2 maturato dopo i parziali di 6-11, 7-11, 11-2, 11-2, 9-11. Non trova gloria – purtroppo – neanche Martina Nino sconfitta con un secco 3-0 dalla tedesca Laura Tiefenbrunner. L’atleta della Tennistavolo Torino cede per 7-11, 7-11 e 10-12.

Successi alla prima, invece, per Gaia Monfardini che ha avuto la meglio su Mollie Patterson e per Valentina Roncallo che si è imposta sull’altra padrona di casa Szilvia Czegledi. Stesso punteggio per entrambe le azzurre che chiudono con una vittoria per 3-2 il loro debutto ungherese. Nella sfida contro l’inglese, la giocatrice del Tennistavolo Castel Goffredo parte subito forte poi viene raggiunta e superata ma nel momento cruciale della sfida non sbaglia più e fa suoi gli ultimi tre set. 12-10, 3-11, 12-14, 11-1, 11-7 i punteggi. Vittoria in rimonta anche per la pongista della Toirano che sotto 0-2 mette il turbo e non sbaglia più imponendosi per 6-11, 7-11, 11-7, 11-7, 11-7.

Turno di riposo per Jamila Laurenti, reduce anche dall’esperienza degli Youth Olympics Game di Buenos Aires. La 15enne, testa di serie, è automaticamente già ammessa al tabellone e passa agli ottavi dopo le vittorie contro Yaroslava Prykhodko e Esce Harac. Non sorride Gaia Monfardini che viene eliminata ai sedicesimi di finale. La cinese Che Yi si è imposta per 4-1 dopo i parziali 9-11, 11-8, 3-11, 6-11, 2-11. Esce al turno precedente – ai trentaduesimi – Arianna Barani sconfitta dall’egiziana Farida Badawi.

Jamila Laurenti

Ma in questa edizione in Ungheria c’è gloria, rigorosamente azzurra, anche per la classe arbitrale. Ci saranno infatti anche 4 direttori di gara in arrivo dall’Italia: Renato Agagliate, Nicola Capurso, Cosimo D’Amuri e Massimo De Giorgi.