La Federazione Italiana Vela ha deciso di intervenire per aiutare le società alle prese con una grave crisi gnomica dovuta allo stop forzato delle attività. Il propagarsi del coronavirus ha infatti stoppato tutto con conseguenze molto pesanti sotto ogni punto di vista.
Un provvedimento che non ha precedenti storici, una vera e propria “manovra” che stanzia ben 535.000 euro dal bilancio FIV per aiuti diretti e indiretti alle società affiliate e agli stessi tesserati, in risposta alle difficoltà legate all’emergenza sanitaria.
Si parte dal tesseramento, con un rinvio di due mesi del prelievo alle Società affiliate delle quote di tesseramento, spostato all’8 giugno. Sullo stesso tema, di particolare rilievo è la trattenuta a favore dei circoli del 40% delle quote del tesseramento Scuole Vela: quest’anno 4 euro sui 10 delle tessere emesse nel periodo giugno-agosto resteranno nelle casse dei club.
Per i Circoli un altro aiuto diretto è l’aumento del 20% della quota di rimborso degli Ufficiali di Regata, che passa da 78 a 93 euro, mentre la manovra si spinge anche a prevedere un importante sostegno a lunga scadenza, con la riduzione del 50% delle quote di iscrizione per le riaffiliazioni del 2021.
Gli interventi della Federazione Italiana Vela riguardano anche i tesserati, con la riduzione delle quote di iscrizione alle principali regate FIV della stagione: Campionati Italiani Giovanili Singoli di Cagliari e Doppi di Dervio (40%), Campionato Italiano Classi Olimpiche di Follonica (30% solo per atleti italiani) e Campionati Italiani d’Altura ORC di Gaeta (40%).

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!