Vittoria sul finale con tanti errori e il rischio del supplementari. L’AGSM Verona di mister Roberto Longenga non può essere soddisfatto della prova che ha fornito sabato nella semifinale contro il Castelfranco, squadra di serie B.

Così l’infortunata capitan Melania Gabbiadini ai microfoni di Veroncalciofemminile.it: “In tribuna si soffre perché non si può dare una mano alla squadra. Abbiamo fatto molta fatica in questa partita. Faticavamo soprattutto a proporre un gioco pulito come sappiamo fare solitamente. Di fronte avevamo comunque una squadra che aveva voglia di mettersi in mostra in una semifinale forse inaspettata e lo hanno dimostrato sul campo“.

La promessa: “Questo è palese. Oggi è stata una partita strana, credo che sia solamente un caso vedere un Verona così. Sicuramente sappiamo che in finale affronteremo un avversario fortissimo e sono sicura che ci sarà molta più concentrazione“.

Su Tatiana Bonetti, decisiva 3 anni fa con la maglia del Tavagnacco proprio contro l’AGSM Verona: “Stavolta Tatiana gioca con noi, quindi speriamo possa essere ancora una volta determinante! Verona – Brescia sarà una bella sfida, una sfida affascinante. Entrambe le squadre avranno forti motivazioni. Loro vorranno fare la tripletta dopo Supercoppa e Scudetto. Noi, sfumato il campionato, vogliamo cercare di portare a casa la quarta Coppa Italia della nostra storia”.

Foto: Daniele Buffo

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!