Per un Brescia che festeggia c’è un AGSM Verona che esce sconfitto dallo stadio di Bassano del Grappa. Sfumato il primo trofeo stagionale, la squadra di Longega dovrà subito rialzarsi in vista dell’inizio del campionato e della Women’s Champions League. Nel post gara è la giovane Aurora Galli a parlare della partita.

“Nel primo tempo – spiega a veronacalciofemminile.com – abbiamo retto fisicamente, il loro gioco è conosciuto e consolidato da cinque anni, il nostro è ancora da sperimentare. Siamo consapevoli di poter fare bene in prospettiva, ma siamo ancora acerbe, facciamo ancora fatica sotto porta, a tenere palla e a fare il nostro gioco contro avversarie di questo calibro”.

Sullo 0 a 0 del primo tempo: “Effettivamente sì abbiamo pensato di potercela fare, nella ripresa era una possibilità. Però c’è anche da dire che nel primo tempo abbiamo avuto una grossa opportunità per passare in vantaggio nell’occasione avuta da Giugliano, e in quel frangente sarebbe potuta cambiare la partita”.

Testa ai prossimi impegni: “Certamente, la Jesina è appena salita in serie A ma non dovremo sottovalutare il loro entusiasmo. Dovremo rimanere concentrate su quella partita perché solo una vittoria ci potrà servire anche per preparare la squadra alla trasferta di Champions in Kazakistan”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!