L’AGSM Verona può sorridere, dopo essere tornato alla vittoria in rimonta contro il Chieti.

Queste le parole di mister Renato Longega a veronacalciofemminile.com: “Purtroppo a volte ci complichiamo la vita da soli, anche con quell’autorete che ha reso un po’ più difficile la gara. Comunque la squadra è riuscita a reagire, ha creato tanto, è vero che abbiamo anche sbagliato molto, ma siamo cresciuti come gioco e anche come approccio alla partita. L’unico rammarico è quello di non aver finalizzato al meglio le moltissime occasioni da rete. La vittoria sarebbe stata più ampia e soprattutto più tranquilla. Sofia Kongouli è una giocatrice di qualità, noi lo sapevamo. Peccato che fino ad oggi non avevamo potuto utilizzarla per un fastidioso infortunio ora finalmente risolto. Ha disputato questi dieci minuti fornendo un assist e procurandosi un’occasione da gol. Credo che l’esordio sia stato positivo per lei. Speriamo di poterla impiegare già nella prossima gara con un maggiore minutaggio”.

Così invece capitan Melania Gabbiadini: “Finalmente siamo tornate a vincere, a sprazzi abbiamo anche ritrovato il nostro gioco, quello che è mancato da troppe partite. Sbagliamo ancora troppo rischiando di compromettere tutto il lavoro svolto, ma comunque oggi credo che qualcosa di buono abbiamo fatto vedere e quindi sono abbastanza soddisfatta.
Lo sfortunato episodio iniziale ci ha fatto reagire positivamente anche se dobbiamo mettere ancora di più la testa in campo. Siamo anche contente per Sofia che ha potuto finalmente scendere in campo. Conosciamo le sue ottime qualità e ci potrà dare una mano da qui in avanti. L’abbiamo aspettata e adesso che sta gradualmente tornando in forma sarà un’arma in più per noi”.