A Roma, l‘AGSM Verona, dopo 5 vittorie consecutive, ha ceduto il passo al cospetto di un’arrembante Res Roma. Nel post partita i commenti dei protagonisti ai microfoni di veronacalciofemminile.com.

Queste le parole di mister Renato Longega: “ll risultato è negativo ma la prestazione non lo è altrettanto considerando le forze messe in campo. Abbiamo disputato un primo tempo non bellissimo, ma nel secondo abbiamo giocato decisamente meglio e forse meritavamo qualche cosa di più. Peccato per la sconfitta, però queste giovani stanno crescendo ed è chiaro che qualche errore di gioventù lo abbiamo pagato. Abbiamo dimostrato comunque di essere in un buon momento e abbiamo disputato una discreta partita. Abbiamo messo in mostra delle giovani interessantissime, oggi c’è stato anche l’esordio di Meneghini e Forcinella, è andata in gol Ambrosi classe 1999, ha segnato ancora Nichele classe 2000, è chiaro che dobbiamo recuperare delle pedine che per noi sono fondamentali come Di Criscio, Thalmann, Piemonte. Credo che con queste giocatrici probabilmente avremmo visto un altro Verona. Sicuramente, sappiamo che il nostro è un momento difficile, sappiamo che se ci mancano delle giocatrici andiamo in difficoltà, però sappiamo anche di avere comunque un buon organico e al completo credo possiamo competere con chiunque e sabato scorso lo abbiamo dimostrato”.

Così invece capitan Melania Gabbiadini: “All’inizio abbiamo faticato ad entrare in partita e ad esprimere il nostro gioco, quindi abbiamo trovato difficoltà a ritrovarci in campo e abbiamo sbagliato molti passaggi. Successivamente abbiamo cercato di rimediare ma comunque non è bastato. Purtroppo abbiamo avuto assenze importanti, di giocatrici di peso che sicuramente avrebbero dato un equilibrio diverso alla squadra, è anche vero che ormai siamo abituate, quindi le assenze non devono essere un alibi. Questa è la squadra, il gruppo c’è, e dobbiamo sopperire a delle mancanze tecniche e in termini di esperienza mettendoci più testa e un pizzico di cattiveria in più”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!