Gaelle Thalmann, portiere dell’AGSM Verona, si è confessata ai microfoni di Studio Assist: “Il Verona vuole puntare alto. L’inizio magari non è stato ottimale, anche perché abbiamo un gruppo totalmente nuovo, con qualche straniera che si deve ambientare. Ci vuole certamente un po’ di tempo per amalgamare il tutto, ma stiamo migliorando ogni settimana. Se il gruppo si consoliderà ancora e se i concetti di gioco verranno applicati sempre meglio, allora potremo puntare in alto. Sicuramente non dovranno mai mancare la mentalità vincente e la grinta che hanno sempre contraddistinto il Verona, rendendola una squadra ostica per tutti”.

Sul campionato: “Il Brescia vorrà difendere il titolo, la Fiorentina ha investito per fare meglio dell’anno scorso. Il Mozzanica è un po’ nella stessa nostra situazione, avendo cambiato diverse giocatrici. È solo passando del tempo insieme sul campo che si creano certi automatismi. Poi ci sono squadre ostiche come Roma o Tavagnacco, che potranno magari rubare qualche punto alle favoriti come hanno fatto contro il Mozzanica”.

Subli obiettivi della stagione: La conquista del campionato e della Coppa Italia, due obiettivi importanti per il Verona. Voglio dare tutto il mio contributo in termini di prestazioni ed esperienza. Poi con la Nazionale avremo l’Europeo e anche lì voglio fare bene”.

Infine uno sguardo al prossimo campionato Europeo, dove il portiere difenderà i pali della Svizzera: “Abbiamo vinto tutte le partite del girone di qualificazione, anche con l’Italia che era classificata davanti a noi nel ranking FIFA/UEFA. Abbiamo segnato tanti gol subendone pochi. È una qualificazione storica perché è la prima per la Svizzera. Sicuramente sono molto orgogliosa di questo nostro percorso e non vedo l’ora di giocare l’Europeo. Ora abbiamo un po’ di tempo per migliorarci ancora e arrivare in forma”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!