Vari

Ancora uno scandalo per la nazionale di ginnastica artistica Usa: accuse di molestie per la ct

Ancora uno scandalo per lo sport americano. Maggie Haney, allenatrice 41enne della nazionale statunitense di ginnastica artistica, é  sotto inchiesta per abusi verbali ed emotivi perpetrati nei confronti di giovani atlete. A rivelarlo sono le testate OC Register e «Southern California News Group» che sono venute in possesso di alcune e-mail di USA Gymnastics.
Le accuse sono molto gravi, Haney è infatti accusata di aver minacciato, maltrattato e molestato alcune ginnaste statunitensi e aver costretto alcune di loro a rimuovere tutori e collari per continuare ad allenarsi e a gareggiare nonostante gli infortuni.
La corrispondenza rivelerebbe in modo inequivocabile gli abusi di Haney, già allenatrice di campionesse come Laurie Hernandez (oro alle Olimpiadi di Rio nel 2016) e di Riley McCusker (oro ai mondiali 2018), nei confronti delle sue giovani atlete.
Due anni dopo il caso di Larry Nassar, il medico che abusò sessualmente di almeno 265 atlete, e l’avvicendamento di quattro presidenti nella federazione nazionale, i problemi non sembrano finiti.
Uno scandalo con il quale deve ora fare i conti l’attuale presidente della federazione Li Li Leung. I suoi predecessori non erano riusciti a risanare l’ambiente, tanto che degli ultimi presidenti in carica, Steve Penny è finito in carcere per aver coperto e distrutto alcune prove relative alle molestie di Nassar.

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare