Atletica Sport

Atletica / Gudeta, Dossena e Battocletti nella Boclassic di Bolzano: spettacolo assicurato!

Gudeta_Kebede_Valencia2018
Kebede Gudeta

Si corre nel centro storico di Bolzano. Una gara a “bombazza”, come si dice in gergo, una cinque chilometri dai ritmi elevati, che da 44 anni (festeggerà il compleanno proprio domani), saluta l’anno nuovo con una parata di grandi campioni. E’ la saga della “Boclassic”, competizione internazionale su strada che vedrà, a partire dalle 14.30, le grandi del mezzofondo mondiale confrontarsi in una corrida affascinante e coinvolgente. Affascinante perché a stretto contatto con il pubblico, con la gente che affolla le stradine della città altoatesina per gustare un vin brulè o dare un’occhiata ai mercatini di Natale.
I campioni sfiorano i passanti, ricevono gli incitamenti, si producono in volate e accelerazioni. Sullo sfondo le Alpi innevate. Insomma, cosa si vuole di più? Ci sarà anche la diretta Tv (Raisport) a regalare primi piani da brividi, in primis quello dell’etiope Netsanet Gudeta. La runner africana  lo scorso 24 marzo si è laureata campionessa mondiale di mezza maratona a Valencia con il crono di 1h06’11” che è anche la migliore prestazione mondiale di tutti i tempi in una gara per sole donne, cioè non corsa insieme agli uomini.
Netsanet, 27 anni, parte favorita, ma su un cinquemila su strada ricco di curve e saliscendi troverà un’antagonista questa volta italiana, la “millennial” Nadia Battocletti, trentina con sangue africano nelle vene, fresca campionessa europea di campestre. Una giovane che appare molto motivata e che, crediamo, avrà  un grande tifo.
Ma l’elenco non finisce qui: al via una grande agonista come l’azzurra di maratona Sara Dossena, sesta agli Europei , e quindi la campionessa continentale in carica, la bielorussa Volha Mazuronak, che ricordiamo capace di superare una brutta epistassi (perdita di sangue dal naso), per poi aggiudicarsi il primo posto agli Europei di Berlino. Completano il quadro Margherita Magnani, più volte campionessa italiana di mezzofondo, Giovanna Epis e la keniana Janet Kisa. E sarà spettacolo.

Informazioni sull'autore

Danilo Mazzone

Danilo Mazzone

In gioventù campione ligure 5000 m e maratona. Giornalista pubblicista (specializzazione sportiva: atletica e podismo) collaboratore dei quotidiani "Il Secolo XIX", "Gazzetta dello Sport", "Corriere Mercantile", "Repubblica". Collaboratore del mensile nazionale "Correre" e della rivista "Atletica Leggera". Blogger del sito Corriliguria. Addetto stampa della Fidal (Federazione di Atletica Leggera) ligure. Addetto stampa della Mezza Maratona Internazionale delle Due Perle (Santa Margherita Ligure). Per sette anni docente a contratto di Storia dello sport presso la Facoltà di Scienze Motorie dell'Università di Genova. Autore del libro "Manuale di Storia dello Sport", Dynamicon Edizioni, Milano, 2016. Istruttore di atletica leggera e personal trainer

Commenta

Clicca qui per commentare