Atletica

Atletica/MondialI: Antonietta Di Martino riceve il bronzo dopo dieci anni!

Emozionata e fiera, Antonietta Di Martino ha ricevuto sul podio dello stadio Khalifa, a Doha, il bronzo mondiale di Berlino 2009 del salto in alto, per effetto della squalifica della russa Anna Chicherova: “Il quarto posto mi andava un po’ stretto – le sue parole dopo essere stata premiata da Anna Riccardi, membro del Council IAAF – quando ho saputo che mi avrebbero assegnato la medaglia sono stata contenta, anche se ho pensato che sarebbe stato completamente diverso vincerla lì. Questa medaglia l’ho sempre sentita un po’ mia”.
L’atleta è salita al terzo posto dopo la squalifica retroattiva della russa Anna Chicherova, allora seconda, che venne trovata positiva a uno steroide in occasione di un re-test sulle urine prelevate alle Olimpiadi di Pechino 2008
Antonietta Di Martino oggi è mamma del piccolo Francesco – due anni compiuti da poco: “Scala i sedili dello stadio, è una piccola peste – sorride la primatista italiana, che all’Olympiastadion dieci anni fa si classificò quarta con 1,99 – sono diversa anche io, un po’ di cose sono cambiate e ogni cosa ha un suo tempo. Nei primi anni dopo il mio ritiro non ho più seguito l’atletica, ho avuto un rifiuto. Ora ho ripreso a guardarla”.
Poi una riflessione sugli atleti azzurri: “Ho visto Tortu, bravissimo. Mi dispiace per Jacobs, purtroppo l’atletica è così, e mi dispiace anche per le nostre saltatrici in alto: è un periodo particolare, come ne ho conosciuti tanti, e bisogna superarlo. Tamberi? Farà bene”.