Vari

Biathlon / Azzurre quarte in Canada a -18 gradi e con un vento ghiacciato

Nicole Gontier

Quarto posto per la staffetta femminile del biathlon nella 4×6 km di Coppa del Mondo di Canmore, in Canada, disputata con una temperatura inferiore ai meno 18 gradi. Il sogno del podio sfuma all’ultimo poligono. Federica Sanfilippo, come del resto le sue avversarie, si arrende al vento gelido di Canmore che la porta a sbagliare, così l’Italia, a lungo in testa nella staffetta, chiude quarta a quasi un minuto dal terzo posto. Ma con il ritorno della squadra “titolare”, con Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer insieme a una ritrovata Nicole Gontier, le azzurre hanno dimostrato di essere tra le big.

Ordine d’arrivo staffetta femminile Canmore (Can)
1. GERMANIA (Hinz/Hildebrand/Herrmann/Dahlmeier) 1+12 1:10:16.3
2. NORVEGIA (Kalkenberg/Tandrevold/Eckhoff/Roeiseland) 2+7 +30.2
3. FRANCIA (Chevalier/Braisaz/Bescond/Simon) 0+12 +41.6
4. ITALIA (Vittozzi/Gontier/Wierer/Sanfilippo) 1+8 +1:40.5
5. SVIZZERA 2+10 +2:24.6
6. AUSTRIA 1+9 +2:49.1
7. REPUBBLICA CECA 2+13 +3:44.8
8. USA 2+12 +3:58.4
9. ESTONIA 2+11 +4:21.9
10. RUSSIA 1+16 +4:45.9

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare