Dorothea Wierer è insaziabile. Dopo l’oro nella prova d’inseguimento di biathlon conquista la medaglia più importante anche nella gara individuale suggellando nuovamente la sua grandezza. Un trionfo ancora più pesante se consideriamo l’andamento della gara, con la campionessa chiamata alla rimonta sin dopo il primo poligono, con un errore che la fa scendere momentaneamente in 24esima posizione. La svolta arriva dopo la terza serie di tiro: Wierer colpisce tutti i bersagli e si rilancia prepotentemente anche grazie a una prova fantastica sugli sci. Il quinto poligono è perfetto, la 29enne delle Fiamme Gialle esce così in vetta con 2″2 su una arrembante e temibile Vanessa Hinz, oggi alla miglior gara della sua vita. L’ultima frazione è palpitante, Dorothea riesce a mantenere i 2″2 sulla tedesca e chiude così davanti a tutti centrando il terzo oro della sua carriera ai Mondiali.
Non me l’aspettavo perché avevo iniziato con un doppio errore al tiro, mi sarebbe andato bene anche l’argento, ma è arrivato l’oro. Meglio ancora. Onestamente non ho sentito i miei coaches lungo la pista, perché c’era molto tifo ed ero molto concentrata sulla mia gara. Comunque loro fanno un gran lavoro per tutta la squadra e vanno sempre ringraziati. E’ stata una gara difficile, perché c’era vento al poligono, ma non era costante, quindi bisognava stare molto attente a sparare con la massima concentrazione. Si vede anche dal fatto che una sola atleta ha concluso la gara senza fare errori. Sono stata brava a reagiare mantenendo la calma. Nell’ultimo poligono ho tremato molto, non sapevo se potevo vincere o no. Quando sono ripartita con poco più di due secondi pensavo di non farcela e invece mi sono sbagliata“.
Una gioia unica per la detentrice della sfera di cristallo, capace di imporsi ancora ad Anterselva, la sua pista di casa. Il pubblico è in visibilio e la gioia è doppia se consideriamo anche la classifica generale dove Wierer è praticamente in fuga su una deludente Tiril Eckhoff adesso indietro di 94 punti Sicura e glaciale nei momenti clou, Dorothea ha scritto un’altra pagina indelebile dello sport italiano.

Ordine d’arrivo individuale femminile Mondiali Anterselva:
1. D. Wierer ITA 2 43:07.7
2. V. Hinz GER 1 +2.2
3. M. Roiseland NOR 2 +15.8
4. H. Oeberg SWE 2 +38.7
5. F. Preuss GER 2 +1:03.4
6. M. Hojnisz-Starega POL 2 +1:10.1
7. C. Rieder AUT 1 +1:20.6
8. M. Davidova CZE 3 +1:30.7
9. G. Vishnevskaya KAZ 0 +1:31.4
10. E. Kristejn Pusk. CZE 1 +1:32.6

41. F. Sanfilippo ITA 4 +4:41.1
49. M. Carrara ITA 5 +5:20.8
71. L. Vittozzi ITA 8 +7:32.5

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!