Bibiana Steinhaus, unica arbitro donna della Bundesliga, annuncia il ritiro. Dopo l’incontro di Supercoppa di Germania tra Bayern Monaco e Borussia Dortmund, vinto dai bavaresi per 3-2, ha annunciato la fine della sua carriera, a 41 anni. «Come molte persone, sono stata costretta a ripensare alle mie priorità durante la crisi del coronavirus e, dopo una discussione con Lutz Michael Fröhlich, direttore sportivo d’élite della DFB, ho deciso di concludere la mia carriera nazionale e internazionale», ha dichiarato la pioniera del mestiere in Europa per le donne, un esempio, un modello per tante ragazze appassionate di calcio.
Io non mi sento una pioniera, per me è la normalità e vorrei lo diventasse per tutti“, aveva dichiarato qualche tempo fa al New York TimesBibiana Steinhaus, classe 1979, si è avvicinata al mondo dell’arbitraggio già a 15 anni seguendo le orme del padre, nonostante la madre si fosse rifiutata molto presto di assistere alle sue partite a causa degli insulti che le arrivavano dagli spalti, per lei insopportabili.
In davvero poco tempo Bibiana ha raggiunto il top: la finale diCoppa del mondo femminile nel 2011, quella olimpica l’anno successivo e poi l’ingresso nel calcio maschile all’interno delle divisioni minori e infine come assistente arbitrale in massima serie. Quindi il grande alto. Un sogno che si è realizzato il 10 settembre 2017 in quel di Berlino, dove davanti a ben 50mila spettatori ha diretto una partita di Bundesliga

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!