Si è tenuta questa mattina, nel teatro comunale di Rogno (Bg), la conferenza stampa di presentazione del progetto “Insieme per crescere”, ideato e veicolato da dal Brescia Calcio Femminile, U.C. AlbinoLeffe e U.S. Rondinera.

Una partnership nata in breve tempo quella tra le tre realtà lombarde, il cui entusiasmo coinvolgerà diverse bambine dell’alta Valle Seriana e della Val Camonica, che avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo del calcio attraverso un percorso formativo ben definito.

L’anno zero sarà rappresentato da un gruppo di ragazze dagli 8 ai 12 anni, che si alleneranno a Rogno due volte a settimana con la supervisione di tecnici qualificati e con una metodologia concordata dai tre club grazie a riunioni periodiche.

Fabio Vezzoli, responsabile settore giovanile Brescia Calcio Femminile e BCF Accademy: “Questa collaborazione rappresenta un unicum nel suo genere. Siamo di fronte ad un progetto molto importante che penso potrà avere molto successo o almeno così speriamo. Da parte nostra, da quest’anno, stiamo sviluppando una rete di nuovi eventi per il mondo femminile, in cui il principale è l’affiliazione, dove noi apporteremo i nostri formatori nell’ottica di una crescita continua di queste ragazze. Adesso è arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e dare sostanza alle parole

Simone Farina, segretario U.C. AlbinoLeffe: “Quello che stiamo presentando quest’oggi è un progetto molto ambizioso, dall’alto livello formativo. Ringrazio tutte le parti chiamate in causa per averci sempre creduto e per la proficua collaborazione. Nonostante i contesti tra noi ed il Brescia Calcio Femminile siano diversi, abbiamo subito riscontrato una forte comunione di valori. Abbiamo tanta volontà di calarci in questo nuovo mondo, con l’aiuto di un partner importante. Ringrazio inoltre Michela Macalli, collaboratrice sviluppo calcio femminile CRLombardia, che ha spinto molto per questo progetto e che ci guiderà in questo percorso con tutta la sua esperienza. Infine un sentito ringraziamento va al presidente Gianfranco Andreoletti perché, nonostante i club di terza serie siano sempre più in difficoltà, con contributi sempre minori ed oneri sempre maggiori, ha affrontato quest’avventura con forte senso di responsabilità. L’AlbinoLeffe spera di poter offrire una proposta formativa di valore e la nostra intenzione è quella di non fermarci solamente al rettangolo verde, ma d’implementarla con iniziative che abbiamo già imbastito, come la possibilità di presenziare alle partite allo stadio”.

Oreste Bettoni, segretario U.S. Rondinera: “Coinvolgeremo diverse annate di ragazze, dal 2005 al 2008. L’obiettivo è quello di offrire a tutte loro uno sviluppo progressivo e continuo. Vogliamo diventare un punto di riferimento in Vallecamonica per il calcio femminile ed il sostegno di AlbinoLeffe e Brescia CF ci dà la possibilità di migliorare alcuni aspetti in cui la loro esperienza sarà fondamentale”.

Michela Macalli, responsabile sviluppo calcio femminile Lnd Figc: “Sono contentissima e ringrazio le tre società per essersi unite. E’ quello a cui noi lavoriamo e ciò che le direttive di Roma richiedono. E’ importante mostrare che tutte le tre società hanno pari valore e dignità, dando le giuste possibilità a queste ragazze. E’ fondamentale inoltre far scoprire loro anche altre realtà femminili più conosciute, in modo che possano capire bene come funziona questo mondo. In Lombardia comunque a livello femminile siamo fortunate perché abbiamo un campionato giovanissime e da quest’anno s’aggiungerà anche quello allieve in modo da rendere il confronto con le coetanee più stimolante. Ringrazio pubblicamente anche i tutti genitori che appoggiano lo sport in rosa”.

Il sindaco di Rogno, Dario Colosio: “Da sportivo è motivo di grande orgoglio. Il calcio è una bellissima disciplina, in cui spesso però l’utopia del genitore prevalica creando falsi miti. Otto anni fa abbiamo iniziato un percorso che ha portato alla realizzazione di tante iniziative legate al mondo dello sport e questa collaborazione è un ulteriore tassello di valore che si aggiunge. Ribadisco da parte mia la massima disponibilità dell’amministrazione di Rogno, perché dobbiamo essere orgogliosi se questi numeri uno si muovono per favorire il movimento nel nostro paesello”.

Il 2 settembre, all’oratorio di Rondinera, si terrà un Open day a cui presenzieranno esponenti tecnici di tutte e tre le fazioni.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!