La Women’s Champions League del prossimo anno, vedrà la partecipazione del Brescia che è ad un passo dall’accedere alla più importante manifestazione del calcio femminile per il quarto anno consecutivo. Dopo la vittoria contro il Como 2000, le parole dei protagonisti.

Così mister Milena Bertolini: “Sono soddisfatta perché le ragazze sono state brave nell’approccio. Abbiamo chiuso la gara già nel primo tempo, nella ripresa il Como ci ha aggredito e i primi 20 minuti non sono stati un granché. Sono felice per la vittoria e per questa Women’s Champions League sempre più vicina. Rosucci? Siamo felici, è entrata bene in campo. La cosa che mi ha fatto piacere è che sia entrata senza paura e decisa, anche nei contrasti. Cernoia? Quest’anno il centrocampo ha un destino strano, ogni volta troviamo una ragazza infortunata. Mi piace però che le altre ragazze si mettono a disposizione e giocano in ruoli non loro per il bene della squadra. Il Verona? Non mi piace parlare di vendetta, ma quella è stata una sconfitta pesante con tre punti importanti. Dovremo affrontare la gara con una concentrazione e determinazione diversa”.

Autrice di una tripletta, Barbara Bonansea: “Sono contenta per i tre gol e perché abbiamo vinto, così continuiamo a credere sia in Women’s Champions League che allo Scudetto. Il gol subito ci ha aiutate, sono felice perché siamo partite cariche e la partita si è messa sui binari giusti. Verona? Arriviamo cariche, speriamo di recuperare tutte dopo qualche acciacco. Dobbiamo rifarci di quel 2 a 0″.

Così invece Martina Rosucci, in campo dopo 6 mesi: “Ho aspettato questo momento a lungo, l’ho atteso con tanta pazienza e finalmente è arrivato. Ho pensato a godermi il momento, perché mi è mancato moltissimo. Quando stai fuori capisci tantissime gose, mi sono goduta l’attimo. Nel momento in cui il ginocchio sarebbe stato a posto, lo avevo detto, non avrei avuto paura di nulla. Ora inizia un percorso a partire da questa gara. Io, come sempre, i gol facili me li mangio. Abbiamo fatto una bella partita ed è stato importante. Abbiamo avuto l’approccio giusto. Verona? Siamo ad un punto, è un obiettivo da bilandare perché per la società è importantissimo. Questa sfida ha un sapore diverso per me e le mie compagne”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!