Festa grande in casa viola. La Fiorentina vince infatti la Supercoppa Italiana grazie a una rete di Ilaria Mauro a metà ripresa.
Le viola partono subito meglio della Juventus rendendosi pericolose con Kostova: Giuliani esce dall’area e anticipa Clelland ma il suo rilancio è errato e termina tra i piedi della bulgara, che tenta senza fortuna il pallonetto dai 40 metri. Il pallone termina infatti alto. Poco dopo ci prova Clelland, ma anche il suo tiro non inquadra lo specchio della porta.
Nel finale di tempo le bianconere migliorano il gioco e vanno vicine al vantaggio, colpendo il palo con Girelli, brava a saltare più in alto di tutte e a deviare di testa il cross di Bonansea. All’intervallo Adami rileva l’infortunata Kostova ma dopo cinque minuti la Fiorentina rischia: brutto retropassaggio di Guagni per Öhrström. Il portiere svirgola il pallone ma Girelli non riesce ad approfittarne.
Al 68′ arriva il gol che decide l’incontro: Clelland, fino a quel momento un po’ spenta, salta Hyyrynen e mette al centro un pallone rasoterra su cui Giuliani non arriva. Mauro deve solo appoggiare il pallone di piatto in porta ed esultare. Rita Guarino prova a passare al 3-5-2 inserendo prima Sikora per Hyyrynen e poi Glionna per Bonansea ma il risultato non cambia più grazie alla buona guardia della formazione toscana.

La Fiorentina vince il trofeo dopo essere stata sconfitta l’anno scorso dal Brescia con il pesante punteggio di 4-1. Ora il club guidato dal presidente Mencucci ha vinto tutti i trofei nazionali e vuole puntare a fare bene in Champions League.

Juventus (4-4-2): Giuliani; Hyyrynen, (72′ Sikora), Gama (cap.), Salvai, Boattin; Cernoia, Galli, Caruso, Bonansea (83′ Glionna); Aluko, Girelli.
A disposizione: Russo, Panzeri, Ekroth, Nick, Sanderson.
Allenatrice: Rita Guarino.

Fiorentina (4-3-3): Öhrström; Guagni (cap.), Tortelli, Agard, Philtjens; Parisi, Breitner, Kostova (46′ Adami); Bonetti (88′ Caccamo), Mauro, Clelland (83′ Vigilucci).
A disposizione: Fedele, Jaques, Fusini, Nocchi.
Allenatore: Antonio Cincotta.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!