La doppietta di Barbara Bonansea con l’Australia e i cinque gol rifilati alla Giamaica hanno permesso all’Italia di calcio femminile di presentarsi all’ultima gara del girone con il pass per gli Ottavi già in tasca. Così la sfida di domani sera con il Brasile a Valenciennes (ore 21 – diretta su Rai 1 e Sky Mondiali, canale 202) in uno ‘Stade du Hainaut’ gremito e vestito a festa servirà alle azzurre per provare a consolidare il primo posto.
Per riuscirci basterebbe un pareggio. Anche perdendo di misura l’Italia potrebbe restare al comando del Gruppo C di questo Mondiale di calcio femminile qualora nell’altro incontro del girone l’Australia non battesse in goleada la Giamaica.
Milena Bertolini non vuole però fare calcoli: “Affronteremo la partita per vincerla – avverte in conferenza stampa – sapendo che chiudere il girone da primi, secondi o terzi fa un’enorme differenza. Arrivando al terzo posto dovremmo scontrarci con delle super potenze”.
Domani la partita con il Brasile oltre che su Sky Mondiali (canale 202) andrà in onda su Rai 1, la rete ammiraglia della Rai che per la prima volta nella storia trasmetterà un incontro della Nazionale Femminile. “Andare su Rai 1 alle nove di sera è qualcosa di storico –  sottolinea Milena Bertolini – è molto importante per tutto il movimento perché fa avvicinare sempre di più gli italiani a noi. Ha grande rilevanza in termini sociali e culturali”.
Anche questa volta nessuna indicazione sulla formazione che scenderà in campo dal primo minuto. “Domani valuterò chi giocherà sapendo che abbiamo tante calciatrici che possono essere titolari. Italia-Brasile ha grande fascino perché racchiude la storia del Calcio, è bellissimo poterla vivere da Ct. E’ una partita che unirà tanto, ha un valore simbolico molto importante. La squadra sta bene, le ragazze chiaramente sono un po’ affaticate perché abbiamo giocato due partite impegnative dal punto di vista fisico e mentale. Questa gara ci farà capire a che punto siamo nel nostro percorso di crescita, incontriamo una squadra molto forte con giocatrici di grande esperienza e qualità”.

Avanti di cinque posizioni nel ranking FIFA (Brasile 10°, Italia 15a) e favorito anche per le agenzie di scommesse, il Brasile non ha mai perso con le Azzurre e vent’anni fa, nel Mondiale statunitense, rifilò all’Italia un secco 2-0: “Ricordo bene quella partita – dichiara Milena Bertolini – così come uno dei miei ricordi più vividi è il match del Mundial ‘82”.
Anche per Sara Gama la nazionale verdeoro resta favorita: Sulla carta è più forte di noi, ha grandissime calciatrici che possono metterci in difficoltà. Possiamo prendere questa partita con meno stress e più serenità, ce la possiamo godere, anche se sappiamo bene che differenza faccia arrivare primi, secondi o terzi nel girone”. Con Marta si prospetta un altro bel duello: “Incontriamo sempre grandi attaccanti: dopo Kerr e Shaw, che ha lasciato letteralmente il segno (Sara ha ricevuto un calcio sul volto in occasione del match con la Giamaica, ndr), affrontiamo un’altra giocatrice fortissima. Ma non è una sfida tra me e lei, come abbiamo fatto sinora lavoreremo di reparto per cercare di contenerla”.

CALENDARIO E CLASSIFICHE

 

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!