La Nazionale italiana di calcio femminile è pronta a tornare in campo. Dopo la bella vittoria sull’Australia, domani alle 18 (ore 18 – diretta su Rai 2 e Sky Mondiali, canale 202) ecco la Giamaica. Allo stadio ‘Auguste Delaune’ di Reims. Sono 10.000 i biglietti già venduti per la sfida con le caraibiche che potrebbe addirittura garantire l’accesso agli Ottavi con un turno di anticipo. Guai a sottovalutare un’avversaria che occupa solo il 53° posto del ranking FIFA e che al suo debutto assoluto al Mondiale è stata travolta dal Brasile, ma che ha dalla sua entusiasmo, grandi doti atletiche e soprattutto la consapevolezza di giocarsi le ultime chance per poter ancora sperare nella qualificazione. Il successo dell’Australia sul Brasile (3-2) lascia ancora tutto aperto nel girone e dà ulteriore forza al leitmotiv di questi giorni nel ritiro azzurro “Non abbiamo ancora fatto nulla”.Italia, Brasile e Australia sono adesso tutte a 3 punti. Se le azzurre dovessero battere la Giamaica potrebbero giocarsi il confronto con le brasiliane, avendo due risultati su tre a disposizione per qualificarsi agli ottavi di finale da prime del girone.
Le ragazze hanno assorbito tutti gli aspetti positivi di quanto è successo e sono felici, ma l’obiettivo nostro è passare il turno e quindi sono tutte molto concentrate“. Così Milena Bertolini racconta le emozioni della sua Italia alla vigilia della seconda sfida dei mondiali femminili di calcio. “Questa partita è la più difficile, e in più può avere tante insidie. Perché loro non hanno il blasone dell’Australia, sono in quarta fascia e possono trarre in inganno. Formazione? Ho un’idea in mente, ma deciderò solo domani: vedrò come staranno le ragazze, qualcuna è un po’ affaticata, e farò le mie valutazioni”.
Con le ‘Reggae Girlz’ vuole regalarsi un’altra giornata indimenticabile Barbara Bonansea, la cui doppietta ha permesso all’Italia di battere in rimonta l’Australia all’esordio: l’attaccante della Juventus compie oggi 28 anni e ha ricevuto gli auguri di tutte le compagne e dello staff.
L’esordio al Mondiale è stato pazzesco, ci sono state tante emozioni – spiega -Prima la fatica, poi la gioia per la vittoria. Nessuno si aspettava potessimo vincere. Quando segno dico che non ricordo niente, non penso mai a nulla prima di tirare in porta: nella rete dell’1-1 volevo tirare sul primo palo ma sono scivolata e il destino mi ha fatto fare gol. Destino anche nella rete del 2-1, con la Girelli che mi ha detto di andare vicino a lei”.

CLASSIFICA E CALENDARIO

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!