Calcio

Calcio femminile / Mondiali: Marta sbotta con la ZDF: “Lo sapete che ho segnato tanti gol come Klose?”

Credits: Getty Images

Un Mondiale di calcio non è bello e completo se non porta con sé qualche polemica. Come quella che ha fatto la brasiliana Marta una delle calciatrici più forti in assoluto. Dopo aver saltato la partita inaugurale con la Giamaica, ha giocato solo il primo tempo nella seconda giornata contro l’Australia. Quando è uscita dal campo la sua squadra era in vantaggio anche grazie a un suo gol (su rigore),  poi però le compagne si sono fatte recuperare e sconfiggere complicando il percorso all’interno del girone.
Una volta arrivata davanti alle telecamere della ZDF era però convinta che si sarebbe parlato del suo record (è la miglior marcatrice già dal 2011) e invece il giornalista le ha chiesto solo della partita.
Dio mio, come è possibile che lo abbiate dimenticato? Ho segnato 16 gol ai mondiali, esattamente come il vostro Klose. Potevate pormi qualche domanda a riguardo” ha sbottato.
Marta, che ai Mondiali del 2007 ha vinto la Scarpa d’Oro con 7 gol realizzati, voleva che si sottolineasse un record individuale che aveva raggiunto. Per meglio dire pareggiato. Quello dei gol totali nella storia della Coppa del Mondo. In tutto la brasiliana è infatti arrivata a quota 16, esattamente come l’ex attaccante della Lazio Miro Klose nel calcio maschile.
Il giornalista della ZDF, un pò sorpreso, le ha spiegato che per lui i record di due categorie diverse non sono equiparabili. Per Marta, invece si tratta dello stesso sport e quindi dello stesso record. E su questo si potrebbe aprire un dibattito…

(Getty Images)

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare