Calcio

Calcio Femminile / Serie A: Fiorentina, una notte da capolista. Tutti i tabellini e i commenti della giornata

Tavagnacco e Fiorentina
Un momento della gara tra Tavagnacco e Fiorentina

Campionato di calcio di Serie A femminile. La Fiorentina vince e si gode il primato in classifica in attesa della sfida di domani tra Juventus e Milan. Tre punti fondamentali per la formazione di mister Cincotta che si porta quindi momentaneamente in testa alla classifica dimostrando, semmai ve ne fosse bisogno, che lo scudetto si assegnerà davvero all’ultimo. Decide l’incontro Bonetti alla prima vera azione offensiva viola: sullo splendido assist di Mauro, è Bonetti ad insaccare alle spalle dell’incolpevole Bonassi. Per lei undicesimo gol stagionale proprio come la compagna di squadra Cleland. Con Mauro ecco composto  il miglior attacco del campionato.

RETE: 7′ Bonetti.
TAVAGNACCO: Bonassi, Donda, Frizza, Mascarello (’79 Blasoni), Kollanen, Ferin (’86 Iacuzzi), Erzen, Cavicchia (’69 Pasqualini), Zuliani, Errico, Camporese. A disp.: Buhigas, Milan, Grosso, Winter. All.: Rossi.
FIORENTINA: Ohrstrom, Guagni, Jaques (’54 Tortelli), Agard, Philtjens, Vigilucci, Adami, Breitner, Parisi, Bonetti, Mauro. A disp.: Durante, Catena, Ripamonti, Kongouli, Corazzi, Fusini. All.: Cincotta.

❗️La Viola vince a Tavagnacco 1-0 e passa in testa alla classifica!💪🎥 Match Highlights👇#NoiSiamoFirenze ⚜️ #InsiemeSiamoPiùForti #SerieAFemminile

Gepostet von Fiorentina Women's FC am Samstag, 16. Februar 2019

Soffre non poco la Roma di Betty Bavagnoli che però riesce a conquistare punti sul campo dell’Orobica e a consolidare il quarto posto. Seconda vittoria consecutiva in campionato per le giallorosse che, nonostante l’avvio facile con i goal di Pugnali, Bartoli e Bernauer, nell’ultimo quarto d’ora lsi vedono accorciare le distanze con la doppietta diAssoni. Da segnalare la decisione di fare tournover da parte del coach ospite con Zecca e Antonsdottir in campo dal primo minuto.

RETI: 8′ Pugnali, 64′ Bartoli, 70′ rig. Bernauer, 74′ e 81′ Assoni
OROBICA: Bettineschi; Gaspari, Parsani (75′ Cortesi), Brasi, G. Millesi (56′ Barcella); Fodri, Poeta, Czeczka; Foti (65′ Assoni), L. Merli, Viscardi. A disp.: Longhi, Vavassori, Segalini, Vadaschi, Zamboni. All. Marianna Marini
ROMA: Pipitone; Labate, Swaby, Lipman, Bartoli; Bernauer (79′ Piemonte), Greggi, Antonsdottir (65′ Di Criscio); Bonfantini (71′ Serturini), Zecca, Pugnali. A disp.: Casaroli, Soffia, Bitzer, Corrado. All. Elisabetta Bavagnoli

L’Atalanta espugna il campo della Florentia e si porta in quinta posizione raggiungendo proprio la compagine fiorentina. Decidono le reti di Martinovic e Caccamo nella prima frazione di gioco che approfittano di una Florentia particolarmente spenta quest’oggi.

RETI: 32′ Martinovic, 39′ Caccamo
FLORENTIA: Baldi, Ceci, Hilaj, Tona, Rodella, Vicchiarello (’39 Hjohlman), Roche, Orlandi (78′ Lotti), Domenichetti (68′ Gnisci), Rinaldi, Nocchi. A disp.: Marchitelli, Nencioni, Arghandiwal, Ferrandi. All.: Carobbi
ATALANTA: Lemey, Rizzon, Jordan, Stracchi, Piacezzi, Lazzari, Maegan Kelly (90′ Mandelli), Re, Martinovic (78′ Fusar Poli) Colombo, Caccamo (69′ Anghileri). A disp.: Salvi, Zanoli, Ghisi, Pellegrinelli. All: Ardito

Colpo esterno del Chievo Verona che si impone per 1-0 in terra emiliana contro il Sassuolo, nonostante l’espulsione di Fuselli in chiusura di gara. Ci pensa la solita Pirone a gonfiare la rete e a condannare le neroverdi alla sconfitta. Per le scaligere 5 punti di distacco dalla Pink Bari penultima.

RETE: 41′ Pirone
SASSUOLO: Thalmann, Bursi (79′ Orsi), Pettenuzzo, Pondini (59′ Oliviero), Daleszczyk, Fishley (85′ Faragò), Tomaselli, Ferrato, Giurgiu, Cambiaghi, Lenzini. A disp.: Tasselli, Giatras, Tudisco, Mc Sorley. All.: Piovani.
CHIEVO VERONA: Gritti, Ledri, De. Mascanzoni, Fuselli, Boni (82′ Prost), Pirone (91′ Da. Mascanzoni), Tarenzi, Faccioli, Varriale (64′ Motta), Zanoletti, Sardu. A disp.: Raicu, Salomon, Tardini, Micheli. All.: Bonazzoli.

Vittoria in rimonta per la Pink Bari che sul campo dell’Hellas Verona. La squadra pugliese prima  passa in svantaggio grazie alla rete di Ondrusova, poi rimonta con Santoro e Luijks. Penultimo posto ancora confermato ma questi tre punti possono dare morale: mancano ancora diverse giornate per vedere la luce infondo al tunnel, dopo la pausa le baresi saranno impegnate contro la Juventus, mentre le scaligere andranno di scena a Firenze, sponda Fiorentina Women’s.

RETI: 4′ Ondrusova, 21′ Santoro, 49′ Luijks.
HELLAS VERONA: Forcinella, Molin, Perin, Veritti, Bardin, Rus (74′ Giubilato), Ondrusova (51′ Wagner), Baldi (59′ Baldi), Dupuy, Nichele, Ambrosi. A disp.: Fenzi, Goula, Esquilli, Manno. All: Di Filippo.
PINK BARI: Aprile, Santoro, Ceci (46′ Strisciuglio), Quazzico, Novellino, Soro, Lazaro, Piro (88′ Cangiano), Marrone, Luijks, Vivirito (69′ Oneill). A disp.: Balbi, Pittaccio, Petkova, Patterson.All: D’Ermilio.

Sta per terminare l’attesa del big match tra Juventus e Milan, una partita assolutamente da non perdere e che vale il primo posto in classifica. Domani diretta su Sky Sport, canale 202, dalle ore 12:25.

Risultati 17° giornata:
Florentia – Atalanta 0-2
Hellas Verona – Pink Bari 1-2
Orobica – Roma 2-3
Sassuolo – Chievo Verona 0-1
Tavagnacco – Fiorentina 0-1
Juventus – Milan domani ore 12:30

Classifica:
Fiorentina 43, Juventus 41*, Milan 39*, Roma 32, Atalanta 23, Florentia 23, Sassuolo 19*, Tavagnacco 17, Hellas Verona 16, Chievo Verona 16, Pink Bari 11*, Orobica 5.

*Una partita in meno

Informazioni sull'autore

Martina Carpi

Martina Carpi

Ciao mi chiamo Martina e ho 19 anni. Sono diplomata in ragioneria e grande appassionata di sport. Sono infatti cresciuta in una famiglia di sportivi, mia mamma pallavolista, mio papà calciatore e addirittura mio bisnonno materno ex calciatore della Borghesiana, attuale Fc Inter. Gioco a calcio da tanti anni e per questo provo a portare la mia esperienza a Sportdonna con curiosità, aneddoti e dietro le quinte.
Mi piace dedicarmi alla lettura e spero che lo sport in qualche modo possa un giorno diventare il mio lavoro. Il mio motto è: “crederci sempre, mollare mai!”

Commenta

Clicca qui per commentare