Dal Chieti Giulia Di Camillo parla ai microfoni del sito ufficiale del club dopo la sconfitta di misura contro l’AGSM Verona.

C’è tanto rammarico perché abbiamo dimostrato di aver raggiunto la consapevolezza nei nostri mezzi e di poter dire la nostra. Avremmo potuto raggiungere il pareggio anche negli ultimi minuti, forse se fossimo state un po’ più attente sul primo gol non avremmo magari subito il secondo. Il campo comanda sempre, il risultato è questo, bisogna guardare avanti, cominciamo col fare bene a Tavagnacco. Dico sempre che dopo qualcosa di bello ti danno una mazzata poco dopo ed è successo così anche in questa occasione: ho segnato, ma poi ho preso la seconda ammonizione e dunque sono stata espulsa. Non condivido la decisione dell’arbitro: stavo cercando di battere la punizione velocemente perché mancavano quattro minuti alla fine di una partita contro una grande squadra. Io ho calciato: se l’avversaria è davanti a me e io la prendo non si può dare il giallo a lei e poi a me per un mio comportamento anti sportivo. Non voglio puntare il dito contro l’arbitro, ma mi aspetterei più attenzione e rispetto perché c’è tanto lavoro dietro queste partite e subire certe decisioni è un peccato. Rivedrò le immagini, ma non credo di aver assunto un comportamento anti sportivo, volevo semplicemente battere velocemente per tentare il miracolo che poi purtroppo non è arrivato. In occasione della mia rete ho puntato la porta, guardato le mie compagne, ho visto che avevo lo spazio per provare il tiro e mi è andata bene calciando con tanta determinazione. È il mio secondo gol in Serie A, ma a me principalmente interessa ciò che si raccoglie con la squadra. Contano tutte le partite: è normale che quando incontri squadre forti come il Verona, il Brescia e la Fiorentina che hanno tanta esperienza non è facile. Ora arriva un momento delicato, prima con il Tavagnacco, che è forte, poi inizia un ciclo di match che saranno scontri diretti da vincere assolutamente. Mi dispiace che non potrò essere in campo a Tavagnacco, visto che abbiamo già delle giocatrici importanti infortunate. Ci sarò comunque per dare il mio apporto tifando”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!