Avanti per 3 a 0, il Chieti non è riuscito a tenersi i tre punti contro il Como 2000 che è riuscito a rimontare, chiudendo la gara col 3 a 3. A fine gara spazio alle parole di mister Lello Di Camillo ai microfoni di chieticalciofemminile.com.

“Non ci voleva il gol sul finale del primo tempo: in quei frangenti di gara ho incitato la squadra a non subire una rete negli ultimi minuti, perché so per esperienza che segnare alla fine ti dà una forza maggiore al rientro in campo. Lo abbiamo preso, è stato un gol un po’ regalato, si poteva evitare. Ne abbiamo pagato le conseguenze nel primo quarto d’ora della ripresa subendo la loro pressione. Sono state brave e fortunate: purtroppo in questo periodo non ci gira bene, l’avversario come si gira segna, continuiamo a prendere reti su calci piazzati. Non posso rimproverare però nulla alla squadra che ha disputato un primo tempo alla grande, meritava di chiuderlo con più ampio punteggio, poi un finale di partita che, a dispetto delle altre gare degli ultimi quindici giorni, non mi sarei aspettato neanche io: la ragazze avrebbero infatti potuto anche segnare il 4-3. Ci sono tanti rimpianti: il salvataggio sulla linea, nella stessa azione un rigore che secondo me era clamoroso e tante altre situazioni. Accettiamo il pareggio, ma sono contento della prestazione che è stata ben diversa da quella vista a San Zaccaria: la squadra ha un’anima e un cuore, certamente le partite ravvicinate hanno avuto un loro peso. Molte ragazze sono stanche, ho dovuto fare una certa rotazione, ma in questa maniera si poteva rischiare di rompere gli equilibri. Dopo tanto tempo abbiamo ora una settimana per preparare la prossima partita che è un altro scontro diretto con il Cuneo”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!