Intervistato da Abruzzo Web Tv, mister Di Camillo del Chieti ha parlato della situazione del calcio femminile in Italia: “In questi ultimi anni si è mosso qualcosa verso il meglio, purtroppo mancano le risorse economiche. Geograficamente l’Italia è divisa in due, al Centro, eccetto noi, non c’è nessuna squadra in serie A mentre al Sud addirittura nessuna. Al Nord c’è una mentalità diversa grazie alla spinta dei settori giovanili e un movimento maggiore”.

“Noi – ha continuato – investiamo molto. Stiamo ricalcando le orme delle società del Nord che da anni percorrono questa strada. Per noi ci sono investimenti maggiori, abbiamo tante ragazze che vengono da fuori. Ci impegniamo per fare sempre meglio, anche per quanto riguarda il pubblico. La scorsa stagione, nell’incontro finale che abbiamo disputato c’era il pienone allo stadio, è stato un successo. Sono certo che gran parte delle città risponderà anche durante questa stagione”.

Sul mercato: “Abbiamo avuto qualche defezione, alcune per scelta societaria altre perché hanno fatto scelte diverse. Non abbiamo perso tanto, solo 4 elementi. Al momento sono convinto di aver altri 6 elementi di buon livello. Resto soddisfatto dell’organico, mi manca un elemento per completare la rosa ma manca un mese al campionato e sono convinto di farcela. Per noi la salvezza sarebbe come vincere il campionato”.

E infine: “Ci dispiace per la situazione del Chieti maschile, ma è una società viva pur con tante difficoltà. Spero il bene per loro. Siamo preoccupati perché ci saranno 3 squadre a giocare nello stesso stadio e per il manto erboso non sarà il massimo“.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!