Colpisce l’arbitro donna con uno schiaffo, partita sospesa, presidente squalificato per due anni,  L’episodio è avvenuto in Abruzzo nel campionato di C2 di calcio a 5. La vittima è Giulia Antoniani di Pescara, aggredita nel corso della gara Casoli-Futsal Lanciano dal presidente del Casoli. La donna subito dopo l’episodio era stata portata in ospedale per gli accertamenti del caso e dimessa con una prognosi di cinque giorni.
Quindi le decisioni del giudice sportivo: squalifica e perdita a tavolino della gara, che era stata sospesa dall’arbitro dopo l’aggressione. La pena al presidente è stata inflitta ”per aver messo le mani al collo dell’arbitro, colpendolo con uno schiaffo che gli toglieva il fischietto dalla bocca”.
Giulia Antoniani, nell’Aia da diversi anni, oltre ad arbitrare nel calcio a 5, aveva diretto in passato molte gare di calcio a 11, arrivando fino alla Seconda categoria.
Questo è solo l’ultimo episodio di violenza che colpisce le donne anche in ambito sportivo. Nei giorni scorsi un allenatore in Veneto aveva perso la testa contro un arbitro insultandola violentemente al punto da venire anche lui squalificato. Leggi qui.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!