Il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, intervistato dal Tg1 ha pronunciato una frase che potrebbe aprire nuovi scenari per contenere il dilagare del coronavirus. “Penso che nelle prossime ore saremo costretti a prendere in considerazione il divieto di attività sportive all’aperto”.
Spadafora parla poi del motivo che aveva portato a non allargare il divieto alla corsa (anche in bici) su strada. “La comunità scientifica ci aveva detto di mantenere la possibilità di correre anche per altre patologie. Ma l’indicazione era ed è quella di stare a casa. E se questo appello non verrà ascoltato saremo costretti a disporre il divieto”.
E poi ancora: “Non vedo l’esigenza straordinaria di rischiare in questa settimana, una delle più critiche a livello di picchi secondo la comunità scientifica. Ci sono ancora tantissime persone che sembrano sottovalutare i rischi che il paese sta correndo“.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!