Altri sport Ciclismo

Elisa Balsamo vince il Gran Premio Bruno Beghelli 2018

Festeggia la Valcar PBM nella prova di questa due giorni in terra emiliana, Elisa Balsamo ha colto il successo al Gran Premio Bruno Beghelli 2018 regolando in volata la campionessa europea Marta Bastianelli e la giovane olandese Lorena Wiebes. Ancora tra le protagoniste la fresca vincitrice del Giro dell’Emilia, la lituana Rasa Leleivytė, oggi 10ª al traguardo.

Percorso duro quello tracciato per il Gran Premio Bruno Beghelli 2018: nella consueta cornice di Monteveglio, le atlete hanno affrontato il classico circuito comprendente il duro strappo di Zappolino per sei volte, così da totalizzare una distanza complessiva di 74,6 km.

Come già successo nella giornata di ieri al Giro dell’Emilia, il gruppo non ha concesso molto spazio a fughe e la sola Sofia Bertizzolo (Astana Women’s Team) è stata capace di sfuggire all’attenta guardia del gruppo, con un’azione personale che è stata annullata a 2 km dal traguardo. Nella volata a ranghi compatti, è stata Elisa Balsamo a precedere tutte le avversarie, accompagnata da Marta Bastianelli e Lorena Wiebes sul podio.

Gran Premio Bruno Beghelli 2018 – Top 10

1ª) Elisa Balsamo (Valcar PBM) in 2h03’59”
2ª) Marta Bastianelli (ALÉ-Cipollini) s.t.
3ª) Lorena Wiebes (Parkhotel Valkenburg Cycling Team) s.t.
4ª) Emma Cecilie Norsgaard (Cervélo-Bigla Pro Cycling Team) s.t.
5ª) Arlenis Sierra (Astana Women’s Team) s.t.
6ª) Arianna Fidanza (Eurotarget – Bianchi – Vitasana) s.t.
7ª) Roxane Fournier (FDJ-Nouvelle Aquitaine-Futuroscope) s.t.
8ª) Laura Tomasi (Top Girls Fassa Bortolo) s.t.
9ª) Michela Balducci (Aromitalia Vaiano) s.t.
10ª) Rasa Leleivytė (Aromitalia Vaiano) s.t.

PhotoBiciCailotto

Informazioni sull'autore

Stefano Nouvion

Stefano Nouvion

Dopo esserci occupati dell'analisi antropologica di alcune categorie di esseri umani tra cui i gli influencer, gli odiatori seriali sul web e le gnocche che guadagnano soldi su Instagram, oggi faremo una breve ed interessante analisi su un altro archetipo antropologico: il sottoscritto.
Il sottoscritto è un essere nato nel Nord Ovest italico, più precisamente nella striscia di terra chiamata Liguria, ancora più precisamente in quel di Genova il 13 luglio 1994. Di solito quando si trova in territori al di fuori da queste zone, in particolare in qualsiasi posto a nord dei Giovi, soffre di saudade in forma grave.
Ottenuto il diploma di maturità (mica tanto) scientifica (ancor meno, mi sveglio ancora la notte con la paura dei compiti di trigonometria) nel 2013, sto tentando vanamente di uscire da quel girone dantesco che è l'università e soprattutto il dipartimento di giurisprudenza.
Sono così malato di ciclismo che, non pago d'averlo praticato a livello giovanile, lancio la volata ogni volta che mi trovo davanti ad un monumento importante. Una volta ho pure provato a fare colpo su una ragazza con un romanticissimo: "Appena ti ho vista ho sentito le farfalle allo stomaco come nella tappa del pavé di Nibali al Tour 2014".

Commenta

Clicca qui per commentare