I cheat days, anche detti giorni di sgarro, sono molto popolari tra gli appassionati delle diete drastiche.
Di cosa si tratta? Si segue una dieta per tutta la settimana e si fa un’eccezione per il weekend , dove si può mangiare tutto quello che si desidera: hamburger, pizza, gelato, cioccolato, bibite gassate e alcol. Ma questi giorni di sgarro funzionano o hanno un effetto negativo?
👉La realtà è che dipende da come lo si vive, dall’attribuzione che viene data allo sgarro, dal trascorso alimentare soggettivo, da credenze e schemi radicati.
In realtà lo “sgarro “ può essere sia positivo che negativo, dipende dal tipo di coscienza alimentare che hai!
➡️Per alcuni, che quotidianamente hanno uno stile di vita attivo, un’alimentazione equilibrata, nessun passato di sovrappeso, obesità e infinite diete fallite,concedersi uno sfizio, senza necessariamente programmarlo,fa parte della “ normalità “, nessun timore verso quell’occasione, gestione del pasto “sfizio “senza eccessi e nessun metodo compensatorio nei giorni seguenti.
➡️Per altre persone invece, che seguono una dieta restrittiva da giorni, o da sempre,lo sgarro fa aumentare il desiderio di trasgredire.
La conseguenza? Incapacità di gestire gli eventi sociali, programmare intere giornate di abbuffate , forti sensi di colpa e vergogna , disgusto verso se stessi e metodi compensatori dannosi.
👉Dieta non significa PRIVAZIONE/TRASGRESSIONE dieta significa, benessere, energia e cura verso se stessi !
➡️E tu come vivi lo sgarro? Scrivimelo nei commenti!!!
.
.Se anche tu vuoi iniziare un percorso con me invia una mail all’indirizzo:
📩ildiariodimary.80@outlook.it
Dott.ssa Maria Amore

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!