L’allenatore della nazionale di calcio femminile dell’Ecuador Luis Pescarolo, è stato licenziato dalla Fef, la federazione di calcio ecuadoriano, per essere stato coinvolto insieme ad altri due membri dello staff in vicende di abusi sessuali. A dare la notizia è stata la stessa Fef attraverso una nota ufficiale sul proprio sito, poi pubblicata anche sui social. Una vera e propria bufera quella che si è abbattuta all’interno dello staff tecnico che comprende oltre all’allenatore anche altri due collaboratori; tutte le persone coinvolte nella vicenda sono state estromesse dal proprio incarico.
Pescarolo, oltre a essere il Ct della nazionale femminile, era anche responsabile degli under 17, 18 e 20, e svolgeva anche le funzioni di preparatore fisico e di medico.
La calciatrice Maria Anthonella Guerrero Fuentes nella denuncia presentata contro il suo allenatore, ha raccontato: “Tra maggio e giugno 2018 la squadra di calcio femminile era riunita per prepararsi per i giochi di Odesur. Due giorni prima della partenza le calciatrici escluse sono state mandate. Sulla via del ritorno a casa mia, Pescarolo, ha iniziato a mandarmi messaggi al cellulare dicendomi che ero una bambolina e che avevo un bel corpo. Inoltre aggiunse che potevo dare più di quello che ho dato alla nazionale“.
Poi ancora: “Mi chiese di stare solo con lui e bruscamente, mi prendeva per il braccio e mi urlava in allenamento. Inoltre mi costringeva a dirgli cose belle (che era un bell’insegnante, che era il migliore), a mandargli delle foto e a non dire nulla. Poi mi minacciava: se avessi detto qualcosa sarei rimasta fuori dalla nazionale. Infine durante un viaggio che la nazionale fece a Macas, per una partita, lui venne nella mia stanza e mi toccò”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!