Michela Moioli sale per la terza volta sul tetto del mondo. La campionessa olimpica di snowboardcross è giunta seconda nella big final femminile alle spalle della francese Chloe Trespeuch e con il podio numero 29 della carriera mette sostanzialmente la firma sulla conquista della terza sfera di cristallo della carriera.
La campionessa olimpica in carica porta infatti a 900 i suoi punti di vantaggio nei confronti della più immediata inseguitrice che è l’australiana Belle Brockhoff (oggi terza, mentre il successo di tappa è andato alla francese Chloe Trespeuch), ma non potrà più essere raggiunta dalle avversarie, perché alla tappa conclusiva in programma a Veysonnaz domenica 15 marzo partecipano solamente le migliori sedici della classifica di specialità, e anche un piazzamento in ultima posizione le consentirebbe di rimanere inattaccabile. La classifica generale vede Moioli salire a 4400 punti contro i 3500 di Brockhoff e i 2710 di Samkova.
Il secondo posto di Sierra Nevada la mette al sicuro da sorprese in vista della tappa di chiusura in programma a Veysonnaz domenica prossima, ma il suo pensiero va alla difficile situazione sanitaria che sta attraversando il Paese. «Sono venuta sin qui per gareggiare per l’Italia e ho rischiato di non partecipare a queste gare – spiega al traguardo  Michela Moioli – Mi emoziono fortemente perchè vorrei dire a tutti gli italiani e a tutti i miei amici di tenere duro, la situazione è difficile ma ne verremo fuori. Sono contento di avere raggiunto questo risultato, lo dedico a tutti gli italiani, ai bergamaschi e ai miei concittadini di Alzano Lombardo. Ho corso per voi, per tutti gli italiani, per la città di Bergamo e per Alzano. Forza ragazzi».
Poi ancora. «Sono felice è stata una stagione difficile sin dall’inizio dal punto di vista sportivo, ancor più complicata nelle ultime settimane, ma sono rimasta sempre competitiva ai massimi livelli».