“Grazie Verona perché in 4 stagioni abbiamo creato un gruppo di donne, prima che giocatrici, con valori umani altissimi. Siamo sempre state in alto, ma abbiamo vinto una volta sola. Eppure tutte le altre volte non c’è mai stata resa, il gruppo non si è mai disgregato ma è rimasto unito, accomunato dal legame verso questa maglia e dalla voglia di raggiungere insieme nuovi obiettivi” con queste parole Marta Carissimi, centrocampista classe 1987, dice addio all’AGSM Verona tramite Facebook.

Una bandiera ammainata causa lavoro: “Ho sempre ammirato i giocatori legati alla propria squadra, facendo della loro umiltà e del loro senso di appartenenza i cardini dei miei valori morali. Avrei voluto diventare “bandiera” del Toro, ma dopo 9 stagioni sono stata costretta a cambiare. Sono approdata a Verona, indossando quella maglia con la stessa passione e onore della precedente. Verona mi ha dato la possibilità di fare la giocatrice “pendolare”, consentendomi di laurearmi e iniziare un’attività lavorativa nella mia città. Pensavo di proseguire indossando questi colori, ma i tempi stanno cambiando e la possibilità viaggiare non mi è più concessa“.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!