Brutta sconfitta dell’AGSM Verona contro il Mozzanica. Nel post match parla il vice di Longega, Stefano Ghirardello, che ha sostituito l’allenatore dopo l’espulsione nel secondo tempo.

“Purtroppo questo non era quello che volevamo fare ed ottenere. Siamo incappati in una partita particolare, dove spesso non vince la squadra sulla carta più forte, ma vince la squadra che sbaglia meno. E noi, nonostante un buon avvio dove avevamo anche trovato la rete del vantaggio, abbiamo via via subito l’agonismo e la determinazione del Mozzanica mentre abbiamo perso un po’ di certezze, abbiamo smesso di giocare con precisione, abbiamo commesso molti errori banali e questo ha fatto la differenza. Ad un certo punto avevamo anche cambiato sistema di gioco per trovare un po’ più di equilibrio, ed era anche arrivato il gol del tre a due che poteva riaprire la gara.  Avevamo ripreso coraggio e trovato anche qualche iniziativa più fluida. Purtroppo siamo incappati in un altro errore madornale e quando concedi così tanto a qualsiasi avversario devi solamente recitare il mea culpa e cercare di lavorare con maggiore testa. In campo bisogna lavorare con più voglia, e più fame. Solo così puoi giocare a calcio, se vengono a mancare queste caratteristiche bisogna fare un bagno di umiltà, guardarsi dentro e lavorare con un’altra testa. Diversamente meglio cambiare sport!”.

Spazio anche alle parole di Angelica Soffia: “Potevamo sicuramente fare meglio, sapevamo che il campo non era dei più facili, però si doveva dare di più. La mia prestazione personale interessa poco, ho fatto un bell’assist ma purtroppo non è servito a nulla e questo alla fine è quello che conta. Dopo il gol del vantaggio non abbiamo mantenuto la giusta concentrazione e cattiveria. La pausa di campionato ci permetterà di riflettere, tornare al meglio e ritornare alla vittoria”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!