Una vittoria per tornare credibili nella lotta scudetto. Serviva questo all’AGSM Verona che sabato, contro ili Brescia, è riuscito a ricompattarsi, strappando i 3 punti alla squadra campione d’Italia in carica. A fine match i protagonisti hanno espresso davanti ai microfoni di veroncalciofemminile.com la loro gioia.

Mister Longega ha spiegato: “E’ stata una bella partita, l’abbiamo iniziata bene procurandoci anche un paio di occasioni che ci potevano regalare il vantaggio. Poi abbiamo sofferto ma nel momento di maggior sofferenza siamo riusciti a passare in vantaggio andando anche al raddoppio. Nella ripresa abbiamo gestito molto bene il doppio vantaggio”.

Una vigilia da sfavoriti: “Questi erano i discorsi che si sentivano. All’interno della squadra siamo sempre stati consapevoli delle difficoltà ma anche delle nostre qualità. Sapevamo che ci saremmo battute con orgoglio e facendo una buona partita. Così è stato. ‘E chiaro che neppure noi ci aspettavamo una vittoria con un simile risultato. Alla fine possiamo dire che la vittoria è stata anche meritata”.

Sabato prossimo contro la Res senza Di Criscio, squalificata, e col dubbio Piemonte uscita infortunata: “Sarà sicuramente una gara durissima, ma oggi abbiamo dimostrato di possedere delle giovani interessanti e di grande prospettiva. Andremo nella capitale fiduciosi e consapevoli che non sarà facile. La Res Roma ha fatto notevoli passi in avanti negli ultimi anni ed è a pieno titolo una delle grandi del campionato“.

Queste invece le sensazioni di Elena Nichele, autrice del secondo gol veronese: “E’ stato un bel modo di festeggiare il mio diciassettesimo compleanno. Ho segnato il mio primo gol in serie A ma soprattutto sono contenta perché ho dato un contributo importante per ottenere questa bella vittoria. Siamo state brave a mettere in pratica il lavoro eseguito in settimana. Abbiamo lavorato molto per preparare la partita contro un forte Brescia. Siamo contente per questa vittoria, tuttavia non ci dobbiamo sentire appagate ma continuare a lavorare duramente in settimana”.

Mentre Manuela Giugliano, che ha sbloccato il match: “Per noi era una partita importante, quindi siamo entrate in campo con convinzione e determinate a portare a casa i tre punti.  Siamo state brave ad imbastire l’azione di contropiede che ha permesso al Verona di passare in vantaggio. Melania mi ha servito un pallone che non potevo sbagliare. Oggi la nostra determinazione è stata fondamentale. Adesso continueremo a lavorare perché la prossima partita sarà ancora più difficile. Dobbiamo continuare così e migliorare sempre”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!