Vari

Alessia Refolo, più forte di un tumore e della cecità. E’ campionessa di sci nautico e arrampicata

Alessia Refolo

La storia di Alessia Refolo è di quelle che mettono i brividi. E’ la storia di una ragazza che ha sofferto sin dai primi mesi di vita ma che non si è mai arresa vincendo tutte le battaglie più dure. Sopravvissuta a un neuroblastoma, un tumore infantile da cui nel mondo si salva solamente un bambino su cinque. A causa delle terapie è non vedente da quando aveva un anno e mezzo, ma è riuscita ugualmente a diventare campionessa mondiale di arrampicata ed europea di sci nautico. Alessia ha 28 anni, abita ad Ivrea e lavora in banca.
Uscire con gli amici è il mio passatempo preferito che viene superato soltanto dallo sport che adoro, come l’equitazione, la danza, l’acrobatica aerea, lo sci sulla neve ma soprattutto l’arrampicata per la quale ho un grande talento. quest’ultima passione mi ha condotta alla conquista del titolo di Campionessa Mondiale Paralimpica di arrampicata sportiva, nel 2014 in Spagna. Ho scoperto di essere molto portata anche nello sci nautico dove automaticamente vengo chiamata Barbie Skier. Ho vinto l’oro al Campionato Europeo Paralimpico nello sci nautico, nel 2018 in Francia“.
Ma come è nata la passione per l’arrampicata?
Durante un fine settimana in cui sono stata a Sondrio durante il meeting degli arrampicatori che si svolge ogni anno in questa località. Invitata dalla campionessa paralimpica Silvia Parente, ho scalato per la prima volta all’aperto e mi sono sentita libera a contatto con la natura. L’attrezzatura mi ha subito trasmesso sicurezza e da terra i miei amici mi davano consigli negli spostamenti. Più  salivo e più sentivo le voci dal basso sempre più lontane e in quel momento comprendevo il motivo principale che mi spingeva e che mi spinge tutt’ora verso la verticale ovvero che il mio arrivo in cima dipende solo da me perché l’arrampicata è appunto una sfida con se stessi. Quando arrampico il mio allenatore diventa anche la mia guida che mi comunica le indicazioni tramite un auricolare bluetooth. Utilizzo soprattutto il tatto muovendo le braccia e le gambe in modo circolare per cercare al meglio tutte le prese e gli appigli possibili attorno a me. Scalo sia sul boulder cioè in orizzontale con la protezione del materasso, sia lead  e speed cioè difficoltà e velocità con corda e imbrago su pareti in verticale. È molto importante il rapporto di fiducia tra l’atleta e la guida che insieme formano una squadra. Il mio codice di comandi si basa sulle ore dell’orologio ed è come se io mi trovassi al centro di un grande orologio dove mi viene detto per esempio “mano destra a ore 1 o piede sinistro a ore 9”. Invece quando arrampico nella specialità Speed (una via semplice omologata a livello internazionale dove vince chi arriva prima) sono autonoma perché si tratta di una via sempre identica che si impara a memoria in modo da farla nel più breve tempo possibile“.

 

E lo sci nautico?
“Tutto è nato un pò per caso. Nell’estate del 2017 ho conosciuto il campione paralimpico Daniele Cassioli che mi ha fatto provare al Centro Federale di Recetto. Avendo fatto sempre sport non ho avuto troppa difficoltà, tanto che mi hanno fatto provare subito dopo dietro al motoscafo tenendo in mano il bilancino.  Ogni volta che la barca mi tira con sempre maggiore velocità cresce dentro un senso di libertà bellissimo  ma mi sento sicura perché so che non ci sono ostacoli davanti a me e che se cado posso soltanto finire in acqua“.

 

PALMARÈS

Ho partecipato a varie gare paralimpiche collezionando vittorie in Italia e all’estero.

Anno 2018 Sci Nautico:

  • Oro al Campionato Italiano di slalom a Recetto-Piemonte
  • Doppio oro al Campionato Europeo di slalom singolo e a squadre a Roque-Brune (Francia)

Anno 2017 Sci Nautico:

  • Oro al Campionato Italiano di slalom a Recetto-Piemonte

Anno 2015 Arrampicata Sportiva:

  • Oro alla Coppa Italia di lead a Montebelluna-Veneto
  • Doppio oro alla Coppa Italia di lead e speed a Torino-Piemonte
  • Oro alla Coppa Italia di speed a Trento-Trentino Alto Adige
  • Oro alla Coppa Italia di lead a Gessate-Lombardia
  • Argento al Campionato Italiano di lead a Pero-Lombardia
  • Oro alla Coppa del Mondo di lead ad Imst-Austria
  • Oro alla Coppa del Mondo di lead a Sheffield-Inghilterra
  • Oro al Campionato Europeo di lead a Chamonix-Francia

Anno 2014 Arrampicata Sportiva:

  • Oro alla Coppa Italia di lead a Montebelluna-Veneto
  • Oro alla Coppa Italia di speed all’Expo di Bologna-Emilia Romagna
  • Oro alla Coppa Italia di lead a Prato-Toscana
  • Doppio oro ai Campionati Italiani di lead e speed a Torino-Piemonte
  • Argento alla Coppa del Mondo di lead ad Imsp-Austria
  • Argento all’evento del Rock Master di lead ad Arco-Trentino Alto Adige
  • Oro ai Campionati Mondiali di lead a Gijon-Spagna