È Anita Carrozzi il nuovo arrivo in casa del Ravenna Woman in questa prima fase di mercato che porterà la squadra alla preparazione pre campionato. L’esperta centrocampista classe 1985 torna in Romagna dopo aver vestito la maglia del Chieti nell’ultima stagione, mentre in passato era stata con Cervia prima e Riviera di Romagna poi dal 2006 al 2014. Il ritorno in Romagna di Anita regala alla squadra biancorossa un elemento di grande esperienza che sarà senz’altro utile nel corso del campionato.

Anita non ha avuto dubbi a scegliere Ravenna dopo l’ultima stagione con la maglia del Chieti. “Era da diversi anni che Macori mi proponeva di giocare qui, ma siccome volevo stare vicino alla mia famiglia in Abruzzo non eravamo mai riusciti a concludere prima di questa stagione. Come mi sento? Sono carica – dice – e ho tanta voglia di mettermi in gioco dopo un anno difficile“.

Oltre a mettersi in gioco, Anita sarà anche un punto di riferimento dall’alto della sua esperienza calcistica per tutte le giovani che andranno a completare la rosa del Ravenna. “Vivo questa cosa serenamente. Stare con delle giovani – spiega – è molto bello ma non è semplice. Cercherò di dare consigli senza invasioni: sono a disposizione delle ragazze e della società“.

Proprio la disponibilità ad adattarsi fa di Anita una giocatrice molto duttile, come spiega lei stessa presentandosi ai suoi nuovi tifosi. “Sono nata centrocampista ed ovviamente in quel ruolo riesco a dare il cento per cento, ma in carriera ho ricoperto davvero tutti i ruoli a parte quello del portiere. Mi piace adattarmi in ogni zona del campo perché ritengo che sia giusto che io faccia il mio dovere dove c’è bisogno. Il mio punto di forza credo sia proprio il sapermi adattare a livello tattico“.

Lo spirito di adattamento di Anita sarà importante in questa nuova avventura che parte in un campionato decisamente più equilibrato e competitivo. “Tutte le squadre entro i propri limiti potranno giocarsela e credo che alla fine non avremo una classifica troppo lunga. A livello personale sono entusiasta di mettermi in gioco in questo contesto generale. Credo sia un bellissimo banco di prova per me, che dopo aver fatto diversi anni allenandomi da sola finalmente potrò stare in gruppo“.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!