Ilaria Bruno (Leopardi Pordenone) è la nuova campionessa italiana allieve di cross nei Giochi Studenteschi. In una mattinata solare, con tanti concorrenti da tutta Italia, la giovane friulana a Gubbio (Perugia) ha vinto la campestre di due chilometri facendo vedere belle cose già in verde età.
Si può dire che il successo della pordenonese sia stato una sorpresa, visto che Ilaria ha preceduto di soli tre secondi una delle favorite, Katja Pattis, campionessa italiana allieve a Venaria Reale. I due chilometri allieve, sul collaudato circuito del teatro Romano,  hanno visto una partenza tattica, con le migliori a controllarsi. A metà gara è venuta fuori la verve di Ilaria Bruno, che ha aumentato vertiginosamente il ritmo. L’unica capace di accodarsi è stata la Pattis, ma non così da garantirsi il successo. Alla fine 7’47” di Ilaria Bruno contro 7’50” di Katja Pattis (Anich Bolzano). Terza, completando il podio, un’altra runner di valore come Susanna Marsigliani (Breda  Sesto San Giovanni), 7’51”. Quindi, nell’ordine, Francesca Dalla Pozza (Corradini Thiene), 7’52”, Arianna Reniero (Quintino Sella Biella), 7’53” e infine Aurora Bado (Ruffini Imperia), 8’02”, “figlia d’arte”. Figlia d’arte perché Aurora è figlia della maratoneta azzurra Ornella Ferra, terza nei Mondiali di Goteborg 1995, e di Corrado Bado, ottimo mezzofondista. Aurora si è imposta, recentemente, nella Cinque Mulini allieve: il che la dice lunga sulla qualità della manifestazione. Il cross, notoriamente, è scuola di campioni…
La rassegna umbra, a livello di istituti, ha visto il successo del Polo tecnologico in lingua tedesca di Merano (Bolzano) davanti alle scientifiche dell’Alessi Perugia e all’Istituto Quintino Sella di Biella. Ha dato il benvenuto alle rappresentanze studentesche Gabriella Dorio, indimenticata campionessa olimpica dei 1500 all’Olimpiade di Los Angeles’84.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!