Vincendo per 3 a 0 contro la Res Roma, il Brescia ha allungato la distanza in classifica rispetto alle terze ma non ha rosicchiato punti alla Fiorentina. Dopo la gara contro le giallorosse, ai microfoni dell’ufficio stampa bresciano le parole dei protagonisti.

Così mister Milena Bertolini: “Solitamente facciamo fatica a segnare alla Roma, abbiamo fatto una buona partita e siamo state attente. Nel primo tempo abbiamo faticato perché giocavamo troppo in orizzontale, nella ripresa abbiamo verticalizzato ed è andato tutto molto meglio. Una partita come questa ci dà morale e consapevolezza. Salvai ha preso un calcio forte al malleolo ma Lenzini l’ha sostituita bene. Non deve avere troppe pressioni perché è giovane, tutta la squadra si è fatta trovare pronta. Nella seconda frazione siamo entrate più determinate, dopo il secondo gol è cambiato tutto perché siamo state più tranquille e a loro ha tagliato le gambe psicologicamente. Avremmo preferito un risultato diverso da Verona, ma va bene così perché abbiamo allungato sulle terze. Per una società è importante andare n Champions ogni anno”.

Cristiana Girelli, autrice di una bella doppietta: “Contro la Roma è sempre finita 1 a 0, probabilmente abbiamo imparato gli errori, concretizzando di più. L’attacco? Spesso arrivavamo sulla palla in maniera superficiale, ora lavoriamo meglio su questo aspetto e i risultati si vedono. Dalla gara contro il Mozzanica sto giocando a centrocampo, interpreto il ruolo al meglio delle mie caratteristiche. Sarò disponibile se ci sarà ancora bisogno. Allungare sul terzo posto ci dà tranquillità, andare in Europa è un obiettivo ma quello principale resta il primo posto. Sei punti non sono pochi, ma i punti si faranno alla fine. Se la Fiorentina sarà brava a mantenere questo rendimento, dovremo farle i complimenti”.

Queste invece le parole del difensore Sara Gama: “Abbiamo espresso un gioco migliore, siamo partite bene poi abbiamo rallentato un po’. Il gol è arrivato ma nel primo tempo avremmo dovuto chiudere prima. Meglio nel secondo tempo. Siamo riuscite ad allargare il gioco e neutralizzare la loro aggressività. La difesa così è stata tranquilla. Difesa a 4? A 3 o 4, ormai siamo rodate. Brava Lenzini a farsi trovare pronta dopo il k.o. di Salvai. Abbiamo avuto dei momenti di lieve calo ma abbiamo tenuto sempre il pallino del gioco, concretizzando. La mentalità era giusto per non sbagliare in queste gare fondamentali”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!