“Cominciate a fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile. Una settimana fa si concludeva la nostra stagione. Adesso guardando i video che stanno ripercorrendo la nostra annata, mi sto realmente rendendo conto di quanti passi in avanti siano stati fatti partendo dalla società per arrivare a noi ragazze”. Così Elena Linari, difensore del Brescia, commenta su Facebook la stagione conclusa col triplete.
“Ormai – prosegue Linari – mezzo mondo sa che siamo partite il 20 luglio e dirlo non è una novità però vorrei sottolineare un aspetto non trascurabile: il fatto che si rimarchi questo inizio così “precoce”, è dovuto al fatto che tanto della nostra stagione è stato costruito durante quel periodo. Perdere il senso dei giorni, perché tanto ovunque guardassi sul calendario compariva sempre la voce ‘Allenamento’, perdere il conto delle lavatrici e iniziare a far fatica a salire quei benedetti quattro piani di scale senza ascensore. Questa è stata, per molti giorni, la mia, la nostra estate. Ma se qualcuno mi avesse detto che da quel bagno di sudore saremmo poi arrivate ad un bagno di lacrime per la felicità e per i risultati ottenuti, non credo che nessuna di noi ci avrebbe scommesso. Ovvio, lavori e cerchi di migliorare per entrare in campo e vincere, ma non sempre ci riesci. E quest’anno è andata così. Sali e scendi. Pareggi, sconfitte e vittorie al cardiopalma. Insomma chi più ne ha, più ne metta. Ma rifarei tutto, dal primo fartlek di fine luglio fino a quell’ultimo scatto al 92 esimo della settimana scorsa”.
E infine: “Il 19 luglio parto da casa e il 12 giugno ci torno. Sembra quasi un cerchio che si chiude. Vincere a Firenze con i colori del Brescia, il terzo trofeo della stagione credo che abbia dell’impagabile per me. Non so quando mi ricapiterà e per questo mi vivo il momento. Mi sono goduta questa prima settimana di vacanza, anche se piena d’esami. Ho ripensato alla stagione appena terminata e aggiungerei solo queste poche parole: cominciate a fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile. Buone vacanze a tutti…relax prima di ripartire ancora più forti e con obiettivi sempre più grandi!”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!