Da Brescia, nel centro sportivo di “Fornaci” conferenza stampa per mister Milena Bertolini e capitan Valentina Cernoia. Sabato una sfida importante in trasferta contro il Tavagnacco, una gara che può valere il passo decisivo verso lo scudetto.

Così mister Bertolini sul vantaggio di 5 punti dalla Fiorentina Women’s: “Non sono punti da gestire e non voglio che si pensi questo. Il nostro unico obiettivo è vincere, questo deve essere il solo pensiero in ognuno di noi. Ritrovarsi a più due con ancora due gare da giocare contro squadre che si giocano la salvezza non sarebbe positivo, questo campionato ci ha insegnato che ogni errore lo si paga caro e non sono ammessi cali di concentrazione”.

Dopo Verona il tecnico aveva ribadito il concetto di umiltà: “Non mi riferivo alle ragazze in particolare, ma all’ambiente bresciano e nazionale. Si dà troppo per scontato che il Brescia abbia vinto lo scudetto. Non è così, per questo chiedo e serve un approccio determinato ed umile, in campo e fuori. Ci sono nove punti in ballo, noi di vantaggio ne abbiamo cinque”.

Sulla gara contro il Tavagnacco: “Quello del Tavagnacco è un campo durissimo, dove tutte le grandi sono state messe in difficoltà e dove quasi tutte hanno perso. Chi non lo ha fatto lì lo ha fatto in casa propria. In casa le friulane sono ancora più aggressive mantenendo sempre un tasso qualitativo alto. Sarà davvero una gara difficilissima”.

Spazio anche alle parole di capitan Cernoia, tornata in campo contro l’AGSM Verona per uno spezzone di gara: “Stare lontano dal terreno di gioco è stato molto pesante, soprattutto perché mi sono infortunata in un bel momento di forma. Adesso l’obiettivo è di fare benissimo in queste quattro partite che dobbiamo giocare, mettere in difficoltà il mister a cui spetta la scelta finale. La forza di questa squadra è il gruppo, in passato mancavano anche le alternative nel ruolo di esterno mentre quest’anno ci sono giovani interessanti e l’innesto di Williams è stato determinante. Sono davvero contenta di questo”.

Sul suo ruolo da capitano: “Bene, non mi pesa, è un onore ed una responsabilità, ma questo è un gruppo maturo e durante l’infortunio le compagne sono state le prime insieme allo staff a darmi le giuste motivazioni per rientrare. Sono fiera di rappresentarle”.

Sulla Women’s Champions League e l’aver saltato le gara col Wolfsburg: “A me spiace non aver potuto giocare contro il Wolfsburg perché me lo ero guadagnata sul campo insieme alle mie compagne, non per altro. Non mi interessa mettermi in mostra, a Brescia sto bene e finché sarà così resterò qui”.

Foto: ACF Brescia

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!