Domani alle 20.30 il Brescia scende in campo allo stadio Rigamonti per l’andata degli ottavi di Women’s Champions League contro il Fortuna Hjorring.

Queste le parole di mister Milena Bertolini in conferenza stampa: “Loro hanno dichiarato più volte che volevano assolutamente ritrovare il Brescia in Champions League e questo fa capire bene che tipo di sfida ci aspetta, soprattutto in casa loro dove penso si deciderà il passaggio del turno come nella passata edizione. Sono una squadra forte, forse ancor più forte di quella battuta un anno fa. Hanno cambiato alcune calciatrici, perso un pezzo da novanta come Nadim sostituito ottimamente con Larsson, quindi ancora una volta dovremo dare più del massimo per passare il turno”.

E ancora: “Finora il vero Brescia non si è ancora visto, se non a sprazzi, ma questa squadra ha grandi margini di miglioramento e sono sicura faremo bene. Dobbiamo giocare come sappiamo, senza snaturare il nostro credo perché su questo abbiamo costruito la nostra identità che ci ha portato ai quarti di finale di Champions nella passata stagione e ci ha fatto vincere tutto in Italia. Rosucci? Al momento siamo queste, fin dal ritiro sappiamo che servirebbe un difensore in più e con l’infortunio di Rosucci anche una centrocampista. L’assenza di Martina è certamente importante, perché è una calciatrice di livello, ma in rosa abbiamo elementi che hanno già dimostrato il loro valore e Cernoia si sta adattando bene anche al centrocampo a due, nonostante siano le prime partite per lei in questa posizione. Domani vinceremo solo se saremo unite, se sapremo essere ciniche in attacco sprecando meno palloni restando calme e concentrate nel corso di tutti i novanta minuti”.

Così invece capitan Valentina Cernoia: “Siamo ben consapevoli che il Fortuna scenderà in campo con il coltello tra i denti per ciò che è successo nella passata stagione, ma uno dei punti di forza di questa squadra è quello di resettare sempre tutto ogni anno. Per noi ciò che è successo l’anno scorso non è accaduto, fa parte del passato, siamo estremamente concentrate sulla partita di domani dove affronteremo una formazione tra le più forti in Europa, che sta facendo benissimo nel proprio campionato, e contro cui non potremo sbagliare niente. Mi auguro di vedere un Rigamonti con più gente rispetto alla partita contro il Medyk Konin, queste sono davvero partite dove ogni particolare può fare la differenza e sentire uno stadio che ti sostiene e ti incita sicuramente ti regala una carica particolare. Il ruolo di centrale di centrocampo? Sono solo due partite che gioco in una mediana a due, il mio ruolo è l’esterno ed in passato ho più volte ricoperto la posizione di mezzala in una mediana a cinque, ma mai a due. Sto cercando di apprendere e memorizzare il più in fretta possibile i movimenti richiesti dal mister, ma sento la fiducia delle compagne”.

Bomber Daniela Sabatino ricorda la gara dello scorso anno non solo: “Quello è stato un momento per me bellissimo, indimenticabile in quanto il primo in Europa e reso ancor più speciale dal fatto che fu la rete decisiva, ma come diceva Valentina noi non pensiamo al passato, ma solo al presente. E’ importante che io e la squadra domani ci ripetiamo e si vada in rete lasciando la nostra porta inviolata. Loro sicuramente cercheranno di andare a rete, sfruttando anche molto la loro fisicità, e noi dovremo essere brave a non concedere spazi e a far male alla prima occasione. Le prestazioni? Finora abbiamo portato a casa risultati importanti pur non giocando benissimo, ne siamo consapevoli, ma stiamo crescendo e le vittorie ci hanno aiutato a trovare fiducia e tranquillità”. 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!