Terza giornata di cammino per le cinque donne impegnate nella camminata veloce da Cosenza e Crotone promossa dalla Lilt per promuovere stili di vita più sani e invitare la popolazione a prevenire le malattie oncologiche. Oggi le camminatrici hanno percorso la terza tappa da San Giovanni in Fiori a Caccuri, 20 chilometri percorsi su un dislivello di 250 metri.
Dopo aver percorso a passo dì Fitwalking, la camminata veloce inventata dai gemelli olimpionici Damilano, circa 150 chilometri, da Cosenza a Crotone, le atlete di Calabria Lilt road 2 giungeranno a Crotone il prossimo 25 aprile. L’arrivo è previsto intorno alla 16,30 sul piazzale antistante la sede della Lega navale di Crotone. L’impresa, tra sport e salute, nasce da un’idea della sezione provinciale di Crotone, sotto l’egida della Lilt nazionale, ed ha come fine, attraverso queste speciali ambasciatrici, di promuovere  quest’anno sul territorio calabrese una maggior consapevolezza maschile sull’importanza della prevenzione, supportando così il lavoro della sede nazionale della Lega tumori , che tanto sta puntando sulla nuova Campagna Percorso azzurro.
La traversata a piedi è cominciata, lo scorso 21 aprile, dalla città di  Cosenza, per poi proseguire attraverso la Sila alla volta di Camigliatello Silano, Caccuri, San Giovanni in Fiore, Santa Severina e infine Crotone. Cinque le protagoniste di questa impresa: Giuliana Spagnolo, crotonese, cuore e mente del progetto, Elena Massoglia,di Rivarolo Canavese(To), Caterina Giofrèdi Cavriglia(AR), Amalia Colombo di Bergamo, Eleonora Palma, fiorentina di nascita e veneziana di adozione.
A seguirle in questa impresa: Giorgio Garello, Technical Rapresentative di Asics Italia, più volte convocato dalla FIDAL come tecnico di supporto. Garello, coach delle fitwalker, che sta  seguendo passo passo l’impresa a bordo di un camper, insieme a Danilo Aloe, infermiere IGreco ospedali riuniti, che garantisce assistenza sanitaria e supporto.

 

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!