Calcio

Calcio femminile / Rapita e poi ritrovata Etiie, la mascotte dei Mondiali

Ore d’ansia per il destino di Ettie, la mascotte ufficiale dei Mondiali di calcio femminile in corso in Francia. Qualche giorno fa ignoti si sono introdotti all’interno dello stadio Parco dei Principii di Parigi rubando il costume della gallina Ettie.
La FIFA ha sporto denuncia, ma secondo fonti del comitato organizzatore del torneo, la giovane figlia di Footix- la mascotte ufficiale della Coppa del Mondo di calcio maschile del 1998,  è stata ritrovata.
Ad operare il furto un gruppo di cinque persone sulle quali ora è sulle tracce la polizia che sta cercando di identificarle grazie anche alle immagini delle telecamere.
Gli organizzatori avevano già predisposto una “copia” per non lasciare il Mondiale senza il suo portafortuna.
Ettie è stata scelta perché ricorda il gallo, simbolo nazionale francese, ed è stata sempre accompagnata dallo slogan “DARE TO SHINE” ovvero “osa risplendere”. Indossa un vestito alla marinaretta naturalmente a righe blu, bianco e rosso, i colori della bandiera francese.
Per sapere di più su Ettie CLICCA QUI

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare