Non si può uscire, non si può correre, non si possono organizzare eventi. E così ad Asti si sono inventati una maratona virtuale per raccogliere fondi da destinare all’Ospedale cittadino e alla Protezione Civile.
Durante questo fine settimana si sarebbe dovuta svolgere la 46a edizione della maxistaffetta organizzata dalla Vittorio Alfieri Asti che, considerata la drammatica situazione, era stata ovviamente annullata. Così Michele Anselmo, vicepresidente dell’Alfieri, e Paolo Rosso, del Cepim di Asti si sono inventati questa idea simpatica e vincente. La 24×1 in versione virtuale ha fatto il giro del mondo con tante presenze da oltreoceano, da Palm Bach e Salt Lake City, come dall’Australia, dal Sud America e dal Belgio.
Chi sul balcone, chi in garage o nel salotto di casa: tutti hanno voluto partecipare lo stesso alla maratona per dimostrare la loro vicinanza a chi soffre in questo momento così drammatico.
“Per qualche ore siamo riusciti a non pensare a quello che stiamo pensando” commenta Michele Anselmo, felice per il successo dell’iniziativa.
Presenti anche tanti bambini coordinati dalla bravissima Fulvia Rocca. Insomma un successo straordinario a dimostrazione che spesso le idee più belle e genuine sono quelle vincenti. E poi chi avrebbe mai pensato solo qualche settimana fa di dover correre una maratona virtuale?

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!