La decisione era nell’aria. Ora è ufficiale: tutti i tornei di tennis in calendario in Cina nel 2020 sono sono stati cancellati. Lo hanno annunciato l’Atp e la Wta. Questo “a causa della recente decisione dell’Amministrazione generale cinese dello sport che prevede come la Cina non ospiterà eventi sportivi internazionali nel 2020 a seguito della pandemia di Covid-19″, spiega l’associazione delle tenniste professioniste sul suo sito web.
Una decisione che riguarda soprattutto il circuito femminile che rimarrà privo di WTA Finals e dunque della Race to Shenzhen, che viene cancellata.
Un dato deve fare riflettere: circa il 60% del budget annuale dell’associazione del tennis femminile è rappresentata dagli introiti delle Finals. Non è difficile capire che conseguenze economiche possa avere questa situazione per tutto il movimento.
“l nostro approccio per affrontare la pandemia è sempre stato quello di seguire le direttive locali per l’organizzazione dei tornei“, ha le parole de il chairman dell’ATP Andrea Gaudenzi. “Annunciamo con grande dispiacere che quest’anno non si disputeranno tornei ATP in Cina. Questi eventi sono stati delle tappe fondamentali dello swing asiatico e voglio ringraziare gli organizzatori per l’impegno e la cooperazione. I tifosi cinesi sono tra i più appassionati del mondo e so che i giocatori non vedono l’ora di avere l’opportunità di giocare di fronte a loro“.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!