La squadra ungherese di basket femminile del Sopron si rifiuta di giocare contro quella veneta Famila Schio per paura di essere contagiata dal coronavirus. La decisione sta facendo molto discutere sia a livello sportivo che politico.  Nnonostante lo spostamento sul campo neutro di Lubiana, la squadra ungherese ha inviato una comunicazione ufficiale per annunciare il rifiuto di giocare contro il Famila Schio per salvaguardare la salute di atlete e staff dal pericolo di contrarre il Coronavirus.
Non se la sentono di giocare perché il problema non è dove si gioca, ma contro chi si gioca –  spiega Paolo De Angelis, direttore generale di Schio al sito di basket vicentino La Baskettara – “C’era l’esigenza di non rimandare la partita e insieme alla Fiba noi, come Venezia, abbiamo accettato la soluzione di giocare in Slovenia a Lubiana, città non lontanissima da Schio e neanche dall’Ungheria. Il Sopron ha però organizzato una conferenza stampa per ribadire che non ci vogliono affrontare. Se hanno paura che noi siamo infetti? Sì, esatto”.
Insomma la situazione è molto ingarbugliata. La sfida è fissata per domani 27 febbraio alle 20 (un giorno dopo rispetto al calendario ufficiale).
C’è stato un documento firmato dal ministero degli Affari esteri ungherese – ha spiegato De Angelis ai microfoni di Radio Sportiva, parole riprese anche sulle pagine del Corriere della Sera – che chiede alla federazione ungherese di pallacanestro di non far andare la squadra di Sopron in Veneto. Si va contro il trattato di Schengen, contro il codice sportivo e contro una serie di cose che sfiorano l’incidente diplomatico. Abbiamo già messo al corrente il Coni e la Fip, con il presidente Petrucci che si è già messo in contatto con la federazione ungherese. Se Sopron non dovesse presentarsi credo che la Fiba ci darà la vittoria a tavolino, ma noi vogliamo giocarcela sul campo e spero che Sopron possa fare un passo indietro”.
Anche la Reyer Venezia, trovatasi nelle stesse condizioni, giocherà la propria gara “interna” in Slovenia contro Riga. Curiosamente il calendario di A1 pone Schio e Venezia di fronte nel prossimo turno, ancora in dubbio ovviamente la gara.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE LA STORIA DELLE RAGAZZE DEL CITTADELLA, SERIE B DI CALCIO FEMMINILE. “A NAPOLI TRATTATE COME APPESTATE

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!