Urla, insulti, accuse e quale spintone. Teatro dell’episodio non una discoteca con qualche ragazzo un po’ alticcio ma l’Assemblea elettiva del Comitato Regionale Campania della Lega Nazionale Dilettanti di calcio. Addirittura c’è chi è finito all’ospedale per fortuna senza alcuna grande conseguenza. Giuliana Tambaro, Responsabile del Calcio Femminile regionale, è stata accompagnata in ambulanza al pronto soccorso perché in evidente stato confusionale. Cinque giorni di prognosi e tanto spavento.

Tutto è incominciato quando, il presidente del Comitato Campania Salvatore Gagliano iniziando a parlare ha attaccato in primo luogo la Lega Nazionale Dilettanti e il Consiglio Direttivo della Campania. Giuliana Tambaro, cercando di correggere e intervenire nella discussione, ha preso il microfono e iniziato a parlare. A quel punto c’è stata la reazione di Gagliano, che avrebbe spintonato la Tambaro due volte. Immediata la reazione di molti presenti che per protesta hanno lasciato la sala chiedendo a gran voce le dimissioni di Gagliano che, il giorno seguente, ha fatto sapere di aver dato mandato al suo legale “di informare gli organi di giustizia ordinaria per tutti gli interventi incauti e inopportuni intervenuti sulla vicenda sia per difendere la mia immagine e sia per far trionfare la verità”.

Diversa la versione di Giuliana Tambaro. “Stavo per prendere la parola quando si è avvicinato per strapparmi il microfono – spiega a Sportdonna – poi nella concitazione  mi ha addirittura spinta per farmi cadere, per fortuna sono finita tra le braccia di un consigliere. A quel punto sono andata completamente in confusione al punto che mi hanno accompagnata in una saletta dove sono svenuta almeno quattro volte. Ancora oggi non riesco a capire il perché sia avvenuto tutto ciò. Perché non posso esercitare il mio diritto di parlare? Forse perché sono donna? Ho ricevuto la solidarietà da parte di persone di tutta Italia, e la cosa mi ha fatto davvero piacere. Da parte sua? No, nessuna scusa. Solo una persona molto vicina a lui mi ha chiamata per farmi coraggio“.

Intanto sei consiglieri del Comitato si sondo dimessi facendo cadere l’intero direttivo. Nuovo reggente è l’avvocato Luigi Barbiero.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!