Nessun problema per l’Italia al primo impegno nella seconda fase del Mondiale giapponese. A Osaka le Azzurre si impongono con un netto 3-0 sull’Azerbaigian, che resta all’ultimo posto della pool F assieme alla Bulgaria.

Il ct Davide Mazzanti schiera Malinov in palleggio, Egonu opposto, Chirichella e Danesi centrali, Sylla e Bosetti schiacciatrici con De Gennaro libero. Le azere non sono mai state in partita e hanno ipotecato subito il primo set con una partenza al limite della perfezione portandosi sull’11-3, parziale che permette a Chirichella e compagne di chiudere il parziale sul 25-12. Il secondo parziale ha avuto un avvio più equilibrato ma le Azzurre sono poi scappate grazie ai cinque muri che hanno permesso alle italiane di accennare la fuga verso il 25-19 con cui è terminato il secondo parziale. Il terzo set si apre con Danesi in battuta che non sbaglia nulla fino al 10-0. E qua la partita si può anche dire chiusa: portare a casa il 25-10 a questo punto è davvero una formalità.

Buonissima la prova delle Azzurre che, pur contro un avversario tutt’altro che irresistibile, hanno mantenuto la lucidità e la grinta per tutta la durata dell’incontro, anche a risultato ormai praticamente acquisito. Nel finale fa il suo esordio nella rassegna iridata la giovane schiacciatrice del Club Italia Elena Pietrini, classe 2000.

Con questa vittoria l’Italia fa un ulteriore passo avanti verso le final six. Sul suo cammino troverà ora la Thailandia, squadra sulla carta inferiore ma da non sottovalutare avendo portato al tie-break Russia e Stati Uniti, uniche formazioni che hanno battuto le vice campionesse asiatiche in carica e che anch’esse attendono le Azzurre. La russa Gončarova, una delle più importanti giocatrici della squadra, potrebbe aver terminato il suo Mondiale a causa di un infortunio alla spalla sinistra. Se così fosse la Russia perderebbe la sua schiacciatrice più forte.

Italia-Azerbaigian 3-0 (25-12, 25-19, 25-10)

Italia: Malinov 2, Chirichella 13, Bosetti 6, Egonu 11, Danesi 7, Sylla 17. Libero: De Gennaro.
Subentrate: Cambi 1, Parrocchiale, Pietrini.
Non entrate: Ortolani, Nwakalor, Fahr, Lubian.
Ct: Mazzanti.

Azerbaigian: Yagubova, Samadova, Abdulazimova 3, Mammadova 4, Aliyeva 7, Hasanova 4. Libero: Karimova.
Subentrate: Rahimova 3, Azimova 1, Gurbanova 1, Alishanova.
Non entrate: Kulan, Imanova, Alyeva.
Ct: Garayev.

Arbitri: Cacador (Bra) e Rodriguez (Spa).
Spettatori: 930. Durata Set: 21’, 24’, 22’.
Italia: 3 a, 6 bs, 12 m, 18 et.
Azerbaigian: 3 a, 4 bs, 3 m, 18 et.

Classifica pool F (sono indicate le vittorie e tra parentesi i punti):
Italia 6 (18), Stati Uniti 6 (16), Russia 5 (15), Cina 4 (12)*, Thailandia 3 (10)*, Turchia 3 (9), Bulgaria 2 (6), Azerbaigian 2 (6).
*una partita in meno

Foto: Fipav.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!