A Buenos Aires ancora una volta sono stati fatali agli azzurri gli ottavi di finale. Così come nel tabellone singolare, anche nel torneo a squadre l’Italia vede interrompere il proprio cammino olimpico.

La coppia azzurra formata da Jamila Laurenti e Matteo Mutti hanno conosciuto i nomi dei loro avversari: lo svedese Truls Moregard e la serba  Sabina Surjan che compongono il team misto Europa 1. Due pontisti non facili da sfidare con la squadra che risulta essere una delle favorite alla vittoria finale dietro solo a Giappone e Tapei.

Niente da fare per l’Italia che prova a ribaltare il pronostico senza successo. Questa volta ai due azzurri non riesce la rimonta – così come era riuscita a Mutti nella sfida alla Germania – e, ancora una volta pagano un sorteggio poco felice.

Per sfortuna di Jamila Laurenti alla sua avversaria, numero 4 del mondo, riesce l’impresa di ribaltare il risultato e superare la quindicenne italiana per 3-2 dopo che la Laurenti si era portata sul 2-0. Anche Matteo Mutti si porta subito in vantaggio nella sfida a Moregard, numero 3 della classifica mondiale, ma poi cade sotto i colpi dello svedese che chiude i conti con un secco 3-1.

Peccato perché i ragazzi hanno espresso un bel gioco. Se qualche occasione in più ci avesse sorriso forse saremmo riusciti nell’impresa di strappare la vittoria ma i nostri avversari hanno dimostrato tutte le loro qualità e non a caso sono ai vertici della classifica mondiale. Match positivi sia per Jamila che Matteo, hanno dato battaglia fino alla fine” le parole del tecnico azzurro Giuseppe Del Rosso.